agenzia-garau-centotrentuno
burnell-dinamo-sassari

Brescia-Dinamo 97-86: il finale premia la Germani, Sassari ko

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
carboni-sassari

Appuntamento con una continuità di risultati ancora mancato per la Dinamo Sassari che ha ceduto alla Germani Brescia 97-86: la sofferenza a rimbalzo e alcune scelte sbagliate in attacco non hanno certo aiutato la squadra di Bucchi contro una delle formazioni più in forma del campionato.

La cronaca
Bucchi, rientrato dopo la negatività, ripropone in quintetto Diop insieme ai soliti Bendzius, Burnell, Kruslin e Robinson. Avvio equilibrato rotto da un break del Banco di Sardegna che ha aumentato i giri in difesa e infilando un parziale di 6-13 sulla seconda tripla di serata di Robinson. La risposta dei padroni di casa non si è fatta attendere Della Valle va per la tripla, 2/2 ai liberi e assist per Burns per il nuovo equilibrio. Il finale di quarto è tutto di marca lombarda con la Dinamo che ha commesso banali ingenuità come quella che ha portato al canestro più libero supplementare di Mitrou-Long del 24-18, poi è Gentile in layup a fissare il punteggio sul 26-20 dopo i primi 10′. Il secondo quarto è partito con un altro parziale bresciano con Laquintana che mettere dall’angolo il +11. Da entrambi i lati gli attacchi non hanno trovato fluidità, Sassari si è riportata a -7 sul long two di Logan. A 3′ dalla sirena di metà gara è arrivata la spallata Dinamo: Kruslin ha ritrovato percentuali importanti e trova due bombe, poi è Robinson a fermarsi oltre l’arco in transizione per il sorpasso sul 38-40. Nel finale di tempo Mitrou-Long ha accorciato le distanze con la tripla del 42-43 che ha mandato negli spogliatoi le squadre.

Al rientro dagli spogliatoi è salito in cattedra Eimantas Bendzius che ha risposto per le rime a Mitrou-Long nell’avvio equilibratissimo di quarto dove le squadre hanno dato vita a un bellissimo testa a testa. Brescia ha provato nuovamente a scappare con un ispirato Della Valle, ma la Dinamo si è ritrovata anche con i fin lì impalpabili Mekowulu e Burnell. Nel finale di quarto sono fioccate le triple con Laquintana, Gentile, Logan e un insolito Burns che ha fissato il punteggio sul 72-69. La Dinamo ha proseguito a soffrire a rimbalzo ed è ancora David Logan ad aver compensato nell’altra metà del campo: è stato proprio l’esperto giocatore di Chicago a firmare un altro sorpasso dall’angolo per il suo ventesimo punto personale (alla fine saranno 22 per lui). La contesa si è elevata ancora di più,  Diop ha commesso in un amen i due falli che l’hanno portato all’esclusione della gara e che ha permesso a Brescia di portarsi avanti dalla lunetta con il 3/4 di Cobbins. L’attacco della Dinamo si è ingolfato, Petrucelli è diventato il protagonista inaspettato del finale e il suo layup su una difesa non perfetta ospite ha messo l’ipoteca sulla vittoria bresciana sul 92-85 con 1’15” da giocare. La tripla di Mitrou-Long del 97-88 mette il punto esclamativo al successo lombardo.

Germani Brescia- Dinamo Sassari 97-86 (26-20, 16-23, 30-26, 25-17)
Brescia: Della Valle 22, Moore 3, Cobbins 9, Burns 10, Gabriel 7, Parrillo, Mitrou-Long 21, Petrucelli 11,  Moss, Eboua, Laquintana 11, Rodella.
Sassari: Mekowulu 2, Bendzius 15, Burnell 2, Kruslin 9, Robinson 16, Logan 22, Gentile 8, Diop 11, Treier, Devecchi, Gandini, Chessa.

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti