agenzia-garau-centotrentuno
biancu

Cagliari, Biancu saluta e torna a Olbia

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Non c’è quattro senza cinque. O forse non era proprio così. Dopo il ritiro con il Cagliari e la prima parte di pre-stagione in maglia rossoblù Roberto Biancu farà il suo quinto rientro a Olbia alla corte di Max Canzi.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Scelta
Una scelta sulla quale pesa lo strano mercato di questi mesi condizionati dalla pandemia ma anche e soprattutto la volontà del calciatore. Biancu a Olbia ormai si sente di casa e per tentare un nuovo salto nel buio preferisce giocare con i galluresi. L’anno scorso è stato l’uomo in più di Max Canzi nella trequarti e quest’anno vuole alzare ulteriormente l’asticella e provare a trascinare i bianchi in zona playoff.

Cagliari
Con i rossoblù un ambientamento mai riuscito davvero. Anche quest’anno un ritiro non da assoluto protagonista come ci si poteva aspettare da uno con la sua classe almeno in allenamento. Una grande prestazione in amichevole contro l’Olbia, a conferma che spesso i piedi girano solo se lo fa anche la testa. Un 2000 con cinque campionati di Serie C non è un unico ma comunque fa strano che un ragazzo del talento di Biancu non sia ancora riuscito a fare il salto di categoria definitivo. Discorsi però che interessano meno a Max Canzi e all’Olbia, il nuovo ritorno di Biancu dà qualità a un reparto in costruzione offensiva che ancora mancava di quella scintilla di estro che uno come l’ex Lanteri sa dare.

Di seguito il comunicato ufficiale del club rossoblù: “Il Cagliari Calcio comunica la cessione del calciatore Roberto Biancu che si trasferisce all’Olbia sino al termine della stagione sportiva 2021-22. Il giovane centrocampista, classe 2000, ha esordito in Serie A in Cagliari-Milan 2-1 del 28 maggio 2017: dalla stagione 2017-18 ha giocato tra le fila dell’Olbia in Serie C con cui ha totalizzato ben 112 gare e 11 reti. Per Biancu ora una nuova esperienza in Gallura con l’opportunità di proseguire nel suo processo di maturazione tecnica e umana, in un ambiente che lo conosce e che punterà a valorizzarne al meglio il talento. Buona stagione, Roberto!”

La Redazione

 

Al bar dello sport

9 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti