agenzia-garau-centotrentuno
santosborré-calciomercato-cagliari-river

Cagliari-Borré, il River Plate tenta il colombiano per il rinnovo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Rafael Santos Borré è uno dei nomi circolati negli ultimi giorni per l’attacco del Cagliari. Individuato come sostituto di Giovanni Simeone, il centravanti della nazionale colombiana è stato accostato alla maglia rossoblù dal media argentino Tyc Sports.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Intrigo sudamericano
Impegnato nella Copa America in corso in Brasile, Borré ha il contratto in scadenza tra una settimana, il 30 giugno, con il suo attuale club. A detenere il cartellino del centravanti colombiano è il River Plate, anche se il 50% è ancora di proprietà dell’Atletico Madrid. I Millionarios, però, non hanno ancora perso le speranze di trattenere Borré tra le loro fila, anche se per farlo dovranno provare un accorgimento che eviti un esborso troppo oneroso per le loro casse. Come in un tipico intrigo sudamericano, infatti, in caso di rinnovo del colombiano entro il 30 giugno, il River dovrebbe versare all’Atletico Madrid una cifra pari a 3,5 milioni, ovvero il 25% del valore accordato al momento del suo acquisto. Qualora però Borré andasse a scadenza, ecco che gli argentini potrebbero tornare alla carica per ingaggiarlo nuovamente senza versare nessun corrispettivo ai Colchoneros.

eye-sport-crowdlisting

La speranza argentina
Il River Plate punta su questo aspetto economico, ma soprattutto su quello sportivo per convincere Borré a restare in Argentina. Questo quanto raccontato dai colleghi di Tyc Sports dal ritiro del club di Buenos Aires. Con il Mondiale del Qatar che si disputerà nel dicembre del 2022 e la concorrenza per il ruolo di centravanti dei Cafeteros, il River punta sul desiderio del giocatore di far parte della spedizione colombiana. Al contrario del rischio che potrebbe correre con un eventuale trasferimento in Europa, infatti, i Millionarios garantirebbe al centravanti la titolarità assoluta e quindi una sorta di garanzia di mettersi in mostra in vista della Coppa del Mondo. Per convincerlo, inoltre, è pronto un biennale con un ingaggio superiore a quello attuale di 3,5 milioni di dollari all’anno. Non solo, il River inserirebbe anche una percentuale sulla futura rivendita che andrebbe a Borré, oltre che una clausola di garanzia di cessione in caso di richieste che arrivassero nei prossimi due anni.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna