agenzia-garau-centotrentuno
Alessio Cragno nel ritiro di Pejo

Cagliari, Cragno debutta in azzurro (contro l’ex Ionita)

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Poco meno di mezz’ora al posto di Salvatore Sirigu per la prima in Nazionale del portiere rossoblù.

bianchi-immobiliare-centotrentuno
eyesportshop-linea-4-mori-centotrentuno

Finalmente, potrebbe dire Alessio Cragno. Dopo tutta la trafila dall’Under 17 all’Under 21, per il portiere del Cagliari è arrivato il giorno del debutto con la maglia dell’Italia: grazie all’ingresso in campo al 67′ nel match contro la Moldavia, un altro calciatore rossoblù ha vestito l’azzurro. Circa mezz’ora di assoluta tranquillità nella passeggiata di Caputo e compagni contro la Moldavia di Artur Ionita, come sempre capitano della formazione allenata dal turco Firat. Queste le sue parole ai microfoni di RaiSport: “È una serata bellissima, sono molto contento. È un sogno che si avvera. Sono i sogni che coltivi da piccolo, e sono felice si siano avverati. Devo ringraziare il mister, perché ha avuto fiducia in me sin da subito e mi ha sempre convocato. E devo ringraziarlo anche per avermi dato l’opportunità di esordire in Nazionale. Sarà durissima andare all’Europeo perché la concorrenza è tanta, ma ciò che conta è che l’Italia faccia bene. Poi è normale che uno ci tenga a far parte di questo gruppo, e farò di tutto per riuscirci”.

Cragno non è però l’unico rossoblù sceso in campo con la maglia della nazionale: Walukiewicz ha giocato il primo tempo di Polonia-Finlandia, con la comoda vittoria dei padroni di casa per 5-1; Rog è subentrato nella ripresa (al 57′) in Svizzera-Croazia, terminata 1-2 per gli slavi, mentre Lykogiannis è entrato al 46′ del secondo tempo di Austria-Grecia 2-1, ma è uscito per infortunio dopo soli 17 minuti: una situazione certamente da valutare nei prossimi giorni per lo staff medico rossoblù.

 
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti