agenzia-garau-centotrentuno
Alessio Cragno | Foto Alessandro Sanna

Cagliari, Cragno: “Mi sento un leader rossoblù e sogno l’azzurro”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Lunga intervista con il Corriere dello Sport e la Nuova Sardegna per il portiere del Cagliari Alessio Cragno. Dalla stagione che si concluderà domani contro il Genoa dopo la cavalcata salvezza con il Cagliari ai sogni estivi di un posto tra i convocati dell’Europeo con l’Italia di Roberto Mancini.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

La stagione

“Non so se definire la nostra salvezza un’impresa – ha detto il numero uno rossoblù – A inizio stagione la permanenza in Serie A era l’obiettivo minimo. Penso lo siano però i sette risultati utili consecutivi”. Un ruolo da leader in questo Cagliari? “Io sono qui da tanto tempo e ho il dovere di spiegare a chi arriva e ai giovani l’importanza di questa maglia. Cagliari ormai per me è casa. Tutte le presenze in Serie A le ho fatte in rossoblù nella società che mi ha lanciato”.

Notti magiche

La speranza del portiere toscano di un posto al prossimo Europeo: “Indossare la maglia azzurra alla Sardegna Arena nell’amichevole contro San Marino sarebbe un’emozione indescrivibile. Nel giro della Nazionale siamo quattro portieri ma solo tre andranno all’Europeo. Io mi sono sempre sentito parte del gruppo e il c.t. mi ha sempre convocato nei vari raduni. La concorrenza per far parte del gruppo portieri dell’Italia è sempre stata agguerrita”.

Futuro

Mercato? “Il mio futuro è la partita contro il Genoa, perché come fatto contro il Milan vogliamo onorare fino in fondo la stagione. Per il resto si vedrà ma sinceramente è stato un anno particolare con gli ultimi mesi vissuti come dentro un frullatore”:

La Redazione

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti