agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari, dal 5 ottobre la Galleria Siotto apre alla Nintendomania

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Con una mostra intitolata “Nintendomania“, a cura di Alice Deledda e Francesco Laddomada, domani (giovedì 5 ottobre) alle 18 la Galleria Siotto di Cagliari, lo spazio espositivo della Fondazione Siotto di via Dei Genovesi 114, riapre dopo la pausa estiva.

Per celebrare i quarant’anni dalla prima uscita del NES (Nintendo Entertainment System), la prima console casalinga della Nintendo, la Galleria espone alcune tra le più iconiche console dell’azienda giapponese, provenienti dalla collezione privata di Paolo Mulas, che ha cominciato a raccogliere diversi pezzi sin dagli anni Novanta. L’esposizione si concentra sui dispositivi più rappresentativi della Nintendo, a partire dal già citato NES (Nintendo Entertainment System). A seguire, come console da casa, SNES (Super Nintendo Entertainment System, 1990), Nintendo 64 (1996), Game Cube (2001), Wii (2006) e Wii U (2012). Per la tipologia di console portatili: Game&Watch (1980), Game Boy (1989), Game Boy Advance (2001), Nintendo DS (2004) e 3DS (2011). Legati alle console anche avveniristici accessori che combinano le avanguardie tecnologiche con l’esperienza di gioco: Power GloveNES ZapperDK Bongos e Wii Wheel. Tra i pezzi rari della collezione c’è il Virtual Boy del 1995, console stereoscopica commercializzata soltanto nei mercati giapponese e statunitense che ottenne poco successo di pubblico e critica e fu ritirata dopo un solo anno. Il testo di introduzione alla mostra è a cura di Andrea Piano, i testi di accompagnamento ai diversi pezzi sono, invece, di Francesco Laddomada. Firma le grafiche Edoardo Gola. In occasione dell’inaugurazione, domani sarà proposta una selezione di videogame music a cura del musicista, compositore e sound designer Stefano Guzzetti che il 20 ottobre alle 18,30 terrà anche una lecture dal titolo “Music Bits – Un viaggio nella video game music dalle origini a oggi“, evento collaterale all’iniziativa. L’esposizione resterà visitabile sino al 22 ottobre dal giovedì alla domenica dalle 18 alle 20 e sarà ulteriormente arricchita dalla presenza di una postazione di gioco a cura di Sardinia Game Scene. Il Comitato scientifico della mostra è composto dai co-fondatori di Sardinia Game Scene, i game designer Andrea Piano e Francesco Laddomada. L’evento è realizzato con il contributo di: Direzione Generale Educazione Ricerca e Istituti Culturali del Ministero della CulturaAssessorato alla Pubblica Istruzione della Regione Autonoma della SardegnaServizio Cultura del Comune di Cagliari e Fondazione di Sardegna.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

TAG:  Cultura
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti