agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-di-francesco-centotrentuno-spano

Cagliari, Di Francesco: “Esonero? Chiedetelo alla società”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Eusebio Di Francesco ha commentato nel dopo partita la sconfitta con il Benevento.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Eravamo partiti in maniera positiva, avevamo in mano la partita e abbiamo subito un uno-due che ci ha messo KO. Abbiamo cercato di reagire, ma non è andata come doveva andare. Il momento è delicato, ma dobbiamo analizzare le cose con freddezza e lucidità. Dispiace per Nandez, non so cosa sia successo: il momento porta tutti quanti ad avere meno tranquillità e autostima. Per i primi 40′ eravamo squadra, dobbiamo lavorare ancora sulla testa e dobbiamo avere continuità. Nainggolan? Tutti quanti devono avere attenzione e voglia di caricare la squadra, manca anche Godin che ci avrebbe dato qualcosa in tal sento. Il secondo gol mi fa rabbia, dovevamo andare con due uomini là. Il Benevento l’ha gestita con esperienza e noi siamo andati dietro loro piuttosto che fare la nostra partita”

eye-sport-crowdlisting

“A volte pensiamo di risolvere le partite da soli, mentre io sta dando la mentalità di essere squadra cosa che lo siamo solo a tempo- conclude Di Francesco-. I due gol non ci hanno permesso di continuare a giocare così. Abbiamo smarrito le conoscenze con degli episodi. Mercato? Al di là dei nomi, la squadra ha dimostrato di avere bisogno di qualche aiuto. A centrocampo siamo contatissimi, Radja ha bisogno di tempo per avere la condizione fisica ideale. Oggi però ha dato fino a quando è stato in campo”. 

Il tecnico ha poi proseguito in conferenza stampa: “Nel primo tempo è stato un bel Cagliari, sentivamo la partita in mano e in due minuti abbiamo buttato la partita all’aria. Ci è successo spesso. Abbiamo inserito dei giocatori di esperienza ma vuol dire che non basta. Mi spiace perché abbiamo lavorato tanto e queste disattenzioni non permettono di vedere ripagata la fiducia. E mi spiace perché abbiamo, ripeto, buttato noi tutto all’aria. Crisi? Siamo in difficoltà, inutile nasconderlo. Abbiamo però giocato per vincerla ma non ci siamo riusciti. Dobbiamo rimboccarci le maniche e guardare dietro per migliorare, con umiltà”. Espulsione Nandez: “Non era tranquilla, troppa superficialità con i rossi ultimamente. Arbitraggio oggi non dei migliori nella gestione. Che ha fatto innervosire tutti. Ma non è questo il motivo della sconfitta”. Quanto manca Godin? “Lo abbiamo preso per le nostre fragilità difensive e purtroppo lo sto avendo pochissimo”. Scossa? “Domenica abbiamo una nuova opportunità, sono dispiaciuto. Stiamo dando tanto ma non siamo stati ripagati. Ora dobbiamo essere uniti”. Esonero? “Chiedetelo alla società. Io da quando alleno so che questo è un ruolo che è fatto di responsabilità. Se è questa la risposta che volete sentire ve la dico”.

 

 

Al bar dello sport

25 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna