agenzia-garau-centotrentuno
Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Cagliari, Di Francesco: “Felice per i ragazzi, bravo Carboni!”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Conferenza stampa dopo la vittoria in Coppa Italia del suo Cagliari contro l’Hellas Verona per Eusebio Di Francesco: ecco le sue dichiarazioni.

“Una bella soddisfazione, soprattutto per i ragazzi e soprattutto per chi gioca meno. Abbiamo fatto molto bene nel primo tempo, nel secondo abbiamo sofferto la forza fisica e la veemenza del pareggio e hanno meritato il pareggio. Nel finale poi poteva vincere chiunque, siamo stati bravi noi a spuntarla e sono felice per i ragazzi. Ripartire con una vittoria è sempre bello dopo la partita con la Juventus: sapevamo che non era facile”.

“Il cambio con Ounas e Sottil insieme? Ci eravamo abbassati troppo e con lui ci siamo rialzati, ci ha permesso di vincere la partita: sapevo di potermi giocare questa carta a gara in corso perché non è stato bene in questi giorni. Problema in difesa dopo uscita di Pisacane? Ci auguriamo di recuperare Klavan che ha subito una brutta botta contro la Juventus, penso sarà disponibile: sono contento per Andrea Carboni, un 2001 che ha dimostrato una grande crescita sia da terzino che da centrale”.

Sull’assenza di Pereiro: “Innanzitutto bisogna giudicare anche quello che fa in allenamento: Gaston sta recuperando dopo 2 mesi di stop, valuto secondo quali sono le condizioni generali. Era una partita molto esigente e ha avuto pochi allenamenti a campo aperto. Valuto giorno per giorno, se ce en fosse stata la possibilità l’avrei messo dentro. Ma cercavo una squadra che mi desse garanzie anche dal lato fisico”.

Sulla morte da Maradona: “Mi sono venuti i brividi appena l’ho saputo all’intervallo: come ho detto in occasione dei suoi 60 anni conservo ancora quella cartolina che mi inviò a Natale, era un signore”.

Cerri-Sottil gol, titolari con lo Spezia? “Valuteremo le loro condizioni nei prossimi giorni, ora godiamoci questa vittoria. Mi è piaciuto anche il modo di soffrire la squadra e come abbiamo giocato con tutti gli attaccanti in campo, ho visto disponibilità e corsa. Pavoletti fuori? Adesso con la positività di Simeone, devo tenere conto che sia Leo che Alberto hanno giocato poco quindi devo gestirli. Credo fosse giusto dare questa chance ad Alberto e Leo subentrante: in questo la squadra è molto coesa e accetta le decisioni”.

Sull’assenza di Simeone: “La scorsa settimana con la Juventus volevamo cercare un modo diverso di giocare senza di Nahitan. Senza Simeone il modulo non cambierà, andremo avanti così”.

Sul calo nella ripresa: “Abbiamo davanti anche gli avversari, non sempre riesci a tenere sempre il loro ritmo. Alcuni giocatori poi non giocavano da tempo e ci sta calare alla distanza, poi i cambi hanno raddrizzato la gara”.

La Redazione

 

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti