agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-di-francesco-centotrentuno-spano

Cagliari, Di Francesco: “Peccato, sempre stati in partita”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il tecnico del Cagliari Eusebio Di Francesco ha parlato ai microfoni della RAI dopo la partita contro l’Atalanta di Coppa Italia.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Oggi ho messo una formazione con età media bassissima, per via di alcuni giocatori ancora non in condizione e con Nainggolan e Godin che vengono da periodi di inattività. Abbiamo avuto qualche defezione finale oggi, ma i ragazzi si sono impegnati. Non ci siamo mai disuniti. Siamo sempre stati in partita peccato, poi è arrivato il terzo gol da un calcio piazzato mentre stavo facendo dei cambi per avere maggiore spessore offensivo. Siamo andati in crescendo e questo dimostra che la condizione psicofisica c’è nonostante il momento di difficoltà. Il Milan? Valuteremo i giocatori, rimetteremo in campo alcuni esperti perché servono nonostante i giovani hanno mostrato grande applicazione. Non dimentichiamoci che eravamo contro l’Atalanta, ormai da considerare tra le grandi”.

Prosegue poi rispondendo alle domande dallo studio: “La crisi di risultati per via dell’attacco? Secondo me i gol alla lunga li abbiamo anche fatti, ma ne abbiamo presi troppi. Dobbiamo essere più attenti e più squadra: alcune partite non avremmo meritato di perdere compresa l’ultima con la Fiorentina. Ora l’importante è fare punti, non guardiamo la ricerca ma alla sostanza. Ora c’è bisogna di concretezza che ti porta anche ad avere fiducia. Noi senza Rog? Il fatto di avere giocatori come Rog che ti dà fisicità è una cosa che non puoi non avere nel calcio moderno. Stiamo cercando qualcuno sul mercato che possa sopperire a questo. Duncan? Un giocatore gradito, posso dire questo”.

Ancora sulla stagione: “Obiettivamente siamo sempre stati discontinui, ma ci è mancato sempre un pizzico di sfortuna nelle assenze. Nel calcio quando partiamo di progetti, si vuole sempre tutto e subito ma non è così. Siamo mancati in continuità, mi auguro di ritrovarla e lo si fa solo col lavoro. Derby di Roma? Sono troppo concentrato sulla mia squadra, al di là dell’affetto per i colori giallorossi devi avere il senso di appartenenza per chi lavori, cosa che ho ora per il Cagliari. Preoccupato del momento? Sempre quando non riesci a portare risultati, quando perdi 5 partite consecutive penso sia normale che problemi ci siano. In questo momento vorrei dare continuità a quello che sto facendo, sperando possa finire il prima possibile anche il mercato”.

Questo il commento di Giampiero Gasperini: “Gara molto buona da parte nostra, ma quando non la chiudi e poi subisci gol devi ricominciare da capo. La reazione è stata positiva, abbiamo fatto bene nell’arco dei 90′ nonostante il rilassamento nel finale. La squadra sta bene e sta giocando con qualità, dobbiamo solo chiudere le partite prima”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti