Eusebio Di Francesco in panchina | Foto Emanuele Perrone

Cagliari, Di Francesco: “Propositivi e aggressivi, identità giusta”

Sempre ai microfoni di Sky Sport, Eusebio Di Francesco ha commentato anche le questioni di campo dopo il KO con la Lazio.(qui le parole sul mercato)

“Nervosismo a fine partita? Al di là delle perdite di tempo con i raccattapalle che spariscono, è normale che quando hai fatica a fare risultato e quando hai delle opportunità che non sfrutti e non è la prima gara, il nervosismo viene fuori. Qualche atteggiamento non mi è piaciuto.  Pesa il fatto che ci siamo presentati qua con tante defezioni a centrocampo, considerando anche il fatto che sono usciti dei centrocampisti dal mercato e sono entrati dei difensori. Ho anche dovuto per esigenze tattiche mettere un 3-4-2-1 ma volevo essere meno basso in alcune situazioni, ma ricordiamo contro chi eravamo. Abbiamo avuto delle occasioni sia per andare avanti che per andare a riprenderla. Era questo il mio obiettivo, dare solidità in un momento non facile”. 

“Continuità al modulo? Può trovare continuità perché non è un sistema difensivo, dipende sempre dall’interpretazione della squadra che incontri. Se vi ricordate questo è il sistema che ho usato con il Barcellona, magari là con i giocatori con una testa differente rispetto a questo momento di difficoltà. Però l’atteggiamento della squadra è stata buono, abbiamo cercato sempre di mantenere fino alla fine e di stare dentro alla gara. Non eravamo bravi a ripartire a volte, ci abbassavamo troppo e non abbiamo avuto spesso la capacità nel palleggio e nel ripartire. Spesso abbiamo sbagliato giocate facili. L’avevamo preparata bene su alcune cose della Lazio, inevitabilmente ci dovevamo abbassare, ma c’è l’aspetto psicologico che pesa. Siamo migliorati almeno nell’approccio, visto una fase che ci vedeva prendere gol subito”.

Questo il commento di Simone Inzaghi: “Sapevamo che era una partita insidiosa e difficile, i ragazzi sono stati bravi a interpretarla. Non abbiamo mai rischiato. Avevamo due obiettivi, uno era quello di tornare agli ottavi di Champions e rimanere nell’Europa che conta, ma sappiamo che ci sono davanti a noi 5 colossi. Ma ce la giocheremo alla grande. Siamo migliorati nelle distanze e negli orientamenti, gli attaccanti ci aiutano. Rinnovo del contratto? Come in tutte le cose ci sarà una trattativa, Lotito ha fatto la sua offerta tre giorni fa e devo leggere con calma. Non ci saranno problemi”. 

La Redazione

 
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti