LIVE Giulini e Nainggolan in conferenza stampa

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Conferenza stampa di presentazione alla Sardegna Arena per Radja Nainggolan, accompagnato dal presidente Tommaso Giulini.

a cura degli inviati Matteo Piano e Roberto Pinna

Termina qui la conferenza stampa congiunta. 

Ancora Giulini sul mercato: “La nostra ambizione era costruire un centrocampo forte anche senza Barella: ci siamo riusciti giù ora con l’arrivo di Radja e lo saremo ancora di più con Nandez se dovesse arrivare. Attacco? Siamo in troppi là davanti, qualora ci fosse l’opportunità andremo su una seconda punta che ci migliori. Ionita, Castro e Birsa sono giocatori importanti per noi”.

Parla Nainggolan: “Penso a fare il giocatore e non a dire se sono forte o scarso: ci sono delle partite in cui aiuti più i compagni e altre in cui sei protagonista. Mi sento sempre il solito Radja”.

Giulini su Nandez: “Il Boca ha traccheggiato per averlo per la Libertadores, so che le parti si sono avvicinate nel weekend. Nei prossimi giorni potrebbe diventare realtà: qualora fosse così non prenderemo altri giocatori a titolo definitivo, ma soli giocatori in prestito un difensore sinistro e una seconda punta”,

Nainggolan sulla Champions League: “Penso sia il sogno di ogni bambino, ma a volte bisogna prendere i complimenti per le scelte che si fanno nella vita. Sono carico, chissà cosa possiamo ottenere qua..”

GIulini: “Nainggolan capitano? No la fascia sarà di Luca Ceppitelli, ma Radja sarà uno dei nostri capitani sul campo nonché vice-capitano”

“Penso che l’Inter ha preso le sue scelte, ognuno fa le sue somme e ora devo dire di essere contento di stare qua”

“il numero? Se non avessi la garanzia di avere il 4, non sarei manco venuto (ride ndr). Una delle prime cose che ho chiesto al presidente”.

Così Giulini sull’arrivo in prestito: “Quello che dirà il futuro di Nainggolan lo farà il campo: qui sono arrivati sempre giocatori a fine carriera come Padoin e Srna che devo ringraziare”

“Barella? L’ho conosciuto quando era ragazzino qua, è un giocatore che può migliorare tanto e ambire a palcoscenici importanti. Il tempo che ha trascorso all’Inter è stato poco”

Riprende Nainggolan sugli obiettivi: “Penso che la salvezza sia obiettivo minimo, ma ci sono le basi per costruire qualcosa di importante nei prossimi anni”.

Parla Tommaso Giulini sugli obiettivi: “Dovremo pensare partite dopo partita. Abbiamo preso un giocatore determinante come Radja, l’Inter non sarebbe forse in Champions League senza di lui. Radja dev’essere un punto di riferimento per tutti: per i centrcampisti come Rog, Oliva e Nandez se dovesse arrivare. Castro e Ionita alzeranno il livello delle prestazioni se ci sarà Nainggolan”.

“Inter? Accetto le loro decisioni, devo dimostrare che si sono sbagliati e sarà il campo a parlare”

“È stato bello vedere facce conosciute come quella di Daniele Conti, Andra Cossu e i magazzinieri. Mi sono sentito a casa”.

Prende la parola Tommaso Giulini: “Devo ringraziare Radja e Alessandro Beltrami, sono stati fondamentali per fare diventare questo sogno realtà. Radja ha accettato di diluire il suo ingaggio in bonus e questo non è mai scontato in questo calcio”

“Ho parlato con Maran, ha le idee chiare poi lo vedrete anche voi… Collocazione in campo? Ci sono tanti giocatori di qualità, mi sono messo a disposizione e l’allenatore farà le sue scelte.”

“Io faccio il calciatore, cerco di fare le cose giuste in campo. Come uomo penso che nel mio passato ho visto tante cose e ho cercato di vivere la mia vita al massimo, anche sbagliando. Penso di fare quello che devo fare, per fortuna quest’hobby è diventato un lavoro, ma continuerò a dare il massimo”.

“Avevo qualche altra offerta, ma non è stato difficile scegliere. Avevo già intesta quando sono partito da qui 5 anni fa di tornare, ma non pensavo così presto. Ci sono scelte nella vita da prendere anche se non obbligate: c’è tanta voglia di fare bene, perché non scrivere la storia? Ci sono state questioni extracalcio che mi hanno facilitato la scelta”.

“Ringrazio il presidente-esordisce Nainggolan-. Mi ha detto subito le cose in chiaro e ha fatto una cosa quasi impossibile: mi ha convinto subito e ho subito preso una scelta. So bene che ci sarà da lottare, ma l’ho fatto un’altra volta e lo farò ancora”.

20:25 – Radja Nainggolan si siede nelle poltroncine della sala stampa, tra poco le prime domande

20:16 – Qualche foto di rito sul prato della Sardegna Arena per Nainggolan e poi si parte

20:10 – Ci siamo! Ecco Radja Nainggolan!

19:55 – Quasi un’ora di ritardo, ma tra poco dovrebbero arrivare Giulini e Nainggolan

19:42 – Il ritardo sarebbe dovuto all’allenamento a cui si è sottoposto nella serata il centrocampista: prima seduta con Rolando Maran per il belga.

19:34 – Sempre più tifosi nella tribuna centrale della Sardegna Arena per Radja Nainggolan

19:18 – Ci avvisano che il ritardo potrebbe ulteriormente salire, vi invitiamo però a rimanere collegati con noi

19:12 – C’è il tutto esaurito in sala stampa, mentre anche la Sardegna Arena si sta affollando di tifosi. Siamo ancora in attesa dei due protagonisti…

19:04 – Qualche minuto di ritardo per questa conferenza stampa molto attesa dai tifosi: alcuni di loro si trovano già alla Sardegna Arena dove Nainggolan li incontrerà per selfie e autografi

18:45 – Buonasera dalla Sardegna Arena di Cagliari, siamo pronti per raccontarvi la conferenza stampa di Tommaso Giulini e Radja Nainggolan. Sala stampa gremita, attendiamo i protagonisti della serata..

Superate le visite mediche della mattinata, il Ninja ha incontrato la stampa nella saletta conferenze dello stadio rossoblu: insieme a lui il presidente che spiegherà com’è nata l’idea di riportare a casa il centrocampista.