agenzia-garau-centotrentuno
Tommaso Giulini | Foto Valerio Spano

Cagliari, Giulini: “Riconoscimenti come il Collare d’oro ci spingono a lavorare per crescere”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Nella cerimonia di premiazione dell’Auditorium LaVerdi di Milano è arrivato anche il riconoscimento per il Cagliari Calcio, premiato per i suoi 100 anni di storia insieme alle altre società italiane di US Asiago, dei Canottieri Livornesi, del Circolo Spada Vicenza e della Bocciofila Savonese.

Il club rossoblù è stato insignito del Collare d’Oro al merito sportivo con il direttore generale Mario Passetti che ha rilasciato una battuta sul palco a proposito dell’inizio del campionato difficoltoso per il Cagliari: “Siamo a ottobre, è presto. Penso che abbiamo tutto quello che ci serve per fare bene, magari faremo di nuovo il punto sotto Natale”.  La cerimonia ha visto la partecipazione del presidente del CONI Malagò e del Segretario Generale Carlo Mornati; con loro il Sottosegretario con delega allo Sport, Valentina Vezzali, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, il Prefetto di Milano, Renato Saccone, il Questore Giuseppe Petronzi e il Rettore della Bocconi, Gianmario Verona. Il CONI ha così voluto premiare il Cagliari per “l’attività svolta e le benemerenze acquisite in un secolo di vita”, si legge nelle motivazioni. “Il Collare d’oro rappresenta la massima onorificenza sportiva istituita dal CONI per riconoscere i più alti successi sportivi conseguiti dai nostri atleti ed anche i meriti sportivi di Società centenarie o di quei dirigenti sportivi che hanno dedicato una parte importante della loro vita al servizio dello sport”.

Ci tengo ad esprimere la mia soddisfazione, quella del presidente onorario Luigi Riva e di tutta la società Cagliari Calcio, insieme alla forte gratitudine che rivolgiamo al CONI per questo prestigioso riconoscimento”, le parole di Tommaso Giulini. “Il Collare d’Oro al Merito Sportivo è traguardo importante del nostro sport ai più alti livelli, riceverlo è qualcosa di straordinario che ci onora e sprona a fare sempre meglio. Si tratta di un riconoscimento alla storia del Club, un giusto premio per quello che tantissime persone – dai presidenti ai calciatori passando per i tecnici e tutti coloro che vi hanno lavorato – hanno fatto in cento anni di esistenza di questi gloriosi colori. Da parte nostra vogliamo legittimare sempre più questo tipo di attestati, con l’impegno di lavorare ogni giorno per crescere all’interno del nostro movimento”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

12 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti