Una bandierina del Cagliari calcio

Cagliari, i rinvii aiutano il nuovo tecnico

Ore nevrotiche a Cagliari. Tra l’esonero ormai quasi ufficiale di Maran e il futuro rossoblù che sembra a un passo dalla strana coppia Zenga-Canzi. Ore in cui ai rossoblù serve più tempo per riflettere e riprogrammare. E in questa ottica una mano, paradossalmente, potrebbe darla l’emergenza coronavirus.

Cosa succede per il Cagliari – Se a Verona il Cagliari ha vissuto una situazione surreale con il rinvio della gara saputo solo poche ore prima del fischio di inizio a causa del diffondersi dei contagiati in Veneto, ora la squadra sarda potrebbe avvantaggiarsi dei rinvii per coronavirus per dare più tempo al tecnico, o alla coppia di tecnici, per lavorare con la rosa lasciata orfana di Maran. Ancora non c’è niente di ufficiale e le conferme arriveranno solo mercoledì 4 marzo ma dopo la riunione tra Lega e Figc c’è l’intesa di massima di far slittare di un turno la Serie A.

Rinvio gare dei rossoblù – La maggior parte dei club, esclusa l’Inter che non ha mancato di far sentire il proprio dissenso in queste ore, sarebbero d’accordo sul sfruttare il prossimo weekend per recuperare le partite rinviate alla 25ª giornata. Tra queste anche Parma-Spal con i ferraresi quindi impossibilitati a giocare contro il Cagliari. E quando si recupererà Spal-Cagliari? Sabato 14 marzo, secondo quanto emerge in queste ore. Ma tutto è da confermare. Cambierà probabilmente anche la data di Verona-Cagliari. Inizialmente prevista per l’11 marzo ma ora fissata, salvo nuove direttive, per il 18 marzo. Un doppio rinvio che darà al nuovo allenatore rossoblù un lungo periodo per risollevare la situazione dei rossoblù. Sardi che oggi dovrebbero avere una giornata di riposo per poi riprendere domani già con il nuovo tecnico.

Roberto Pinna 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti