agenzia-garau-centotrentuno
joao-pedro-cagliari-parma-canu

Cagliari, Joao Pedro: “Contento per il ritorno al gol, non vogliamo affondare”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il numero 10 del Cagliari Joao Pedro è stato protagonista nella trasferta di Udine con uno spettacolare gol annullato e la rete decisiva su rigore: il brasiliano ha parlato nel dopo partita della Dacia Arena.

“Sabato avevamo ottenuto un risultato pesante in modo straordinario. Forse quell’impresa ci ha dato una spinta decisiva, più che se avessimo vinto 3-0, e oggi abbiamo messo la carica giusta per ottenere altri tre punti pesanti. Abbiamo fatto vedere una volta di più che non vogliamo affondare, la situazione è ancora difficile ma c’è la qualità di questo gruppo e dobbiamo giocarci alla morte ogni secondo di questa stagione. Per tanto tempo abbiamo faticato a sorridere, a trovare le giocate giuste e quindi i risultati, ora c’è più positività e dobbiamo farla valere”.

La classifica
“Siamo a una partita di distanza da Torino e Benevento, anche se i granata hanno una gara da recuperare. Dobbiamo crederci, pensare gara dopo gara, stare insieme e lottare in ogni frangente. Il Direttore Capozucca con noi a fine gara? Non aveva più parole dopo avere sofferto insieme a noi anche stasera”.

Dopo 5 partite ecco di nuovo il gol
“Mi stava dando molto fastidio non segnare per diverse gare. Tornare a farlo è importante per me e per la squadra, sono felice perché torniamo a Cagliari con fiducia. La gioia personale conta il giusto, adesso dobbiamo vincere partite, non importa come o chi segna, è decisivo l’atteggiamento che mettiamo sul campo. Dobbiamo dimostrare coi fatti che vogliamo fortemente questa salvezza. Adesso riposiamo e pensiamo a domenica perché la Roma sarà avversario durissimo, ma con questa testa possiamo ottenere altri punti preziosi”.

L’abbraccio a Kurtic dopo il Parma
 “Ho giocato con lui a Palermo, so bene cosa significa vivere questi momenti, era stata una partita pazzesca che ha sorriso a noi, bravi a reagire e non mollare. Non ho detto niente a Jasmin, ho solo voluto stargli vicino in un momento complicato di delusione estrema che solo chi fa sport può capire”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti