agenzia-garau-centotrentuno
mazzarri-cagliari

Cagliari, Mazzarri: “Il presidente mi ha voluto subito, ma c’è bisogno di tempo”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Una vittoria sfumata durante il recupero e il Cagliari si deve accontentare di un pareggio. Termina 1-1 la gara contro il Venezia alla Unipol Domus. Tanta la delusione tra i rossoblù che vedono volar via al fotofinish i primi tre punti della stagione.

Anche mister Mazzarri resta con l’amaro in bocca dopo aver visto comunque una buona prestazione della sua squadra. E proprio il tecnico degli isolani ha rilasciato qualche dichiarazione ai microfoni di Dazn: “La mancanza di uniformità di condizione credo sia dovuto ai tanti infortuni. L’unica cosa che posso dire è che dovevamo giocarcela meglio sull’1-0, recuperando un po’ più di energie ed evitando di essere beffati sul finale. Dal 70′ in poi loro sono cresciuti tanto. Oggi mancavano Dalbert, Ceppitelli e altri, ma dovevamo comunque congelare meglio la partita. Abbiamo avuto due o tre volte la possibilità di bloccare le loro ripartenze e non l’abbiamo fatto. Abbiamo commesso qualche errore. Credo che il presidente voleva che prendessi la squadra il prima possibile, ma un allenatore nuovo ha bisogno di tempo. Meritavamo la vittoria, ma ora c’è la sosta e vedremo di lavorare. Io ai ragazzi avevo detto che oggi sarebbe iniziato il loro campionato, è iniziato con un pareggio, ma credo che la vittoria ci sarebbe stata tranquillamente. Nandez? Può giocare da tutte le parti, ovunque lo metti è pericoloso. Ho cambiato il modulo nel corso della gara per cercare di metterli in difficoltà. Nel primo tempo non posso dir nulla ai ragazzi, hanno giocato bene, avevamo anche la possibilità di chiuderla, peccato per la sbavatura sul finale“.

Elena Accardi

 

Al bar dello sport

6 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti