agenzia-garau-centotrentuno
mazzarri-cagliari

Cagliari, Mazzarri: “Vittoria che deve togliere negatività a squadra e piazza”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
eclipse-cagliari

Le parole in conferenza stampa di Walter Mazzarri dopo la prima vittoria in campionato del suo Cagliari alla Unipol Domus contro la Sampdoria nell’ottava giornata di Serie A.

La gara
“Ora mancano 30 partite del nostro campionato che è appena iniziato (ride ndr). Mi piace sposare questo concetto però e l’ho detto anche ai ragazzi. Oggi siamo partiti benissimi poi c’è stata un po’ di paura e c’è da migliorare tanto. Questo successo però ce lo teniamo stretto. A fine partita ho sentito delle belle sensazioni. Per me contro il Venezia abbiamo regalato un punto con un errore collettivo. Questa rosa anche prima di me ha buttato dei punti e volevo che questo fantasma venisse debellato. Anche dopo il 2-0 volevo che continuassero ad attaccare, e infatti abbiamo rimesso in discussione la gara anche stavolta. Ci voleva questa iniezione di fiducia con i tre punti. Vittoria di testa o di gioco? Entrambi direi, ci serviva anche la spinta del pubblico dopo una buona partenza e ci ha aiutato”.

Episodi
“Oggi è andata meglio, se fosse uscito nero magari sarebbe andata come nelle altre. Ai punti abbiamo fatto meglio noi ma a volte serve un pizzico di fortuna in più però oggi abbiamo dimostrato di avere più fame. Qualcosa di diverso l’ho visto. In settimana abbiamo lavorato bene. Quanto pesano questi tre punti? Per i giocatori e per l’ambiente è fondamentale. Vedevo troppa negatività in città, che merita molto di più di quello che abbiamo fatto. C’era bisogno di fare una vittoria. Si è vista pure oggi in campo questa paura, e c’è da lavorare ancora tantissimo perché prendere un gol come lo abbiamo preso oggi non è possibile. Ancora mancano tante cose”.

I singoli
“Marin? Un giocatore di talento che può fare tanti ruoli. Quando è lucido e sta bene può fare bene. Oggi dopo la nazionale era meno lucido ma per me anche dietro le punto può far bene. Tenuta atletica? Siamo migliorati con i richiami di questi giorni. Da questo punto di vista possiamo solo migliorare. Godin-Ceppitelli? Fino all’ultimo ero indeciso, anche perché Diego aveva giocato tanto. Lui mi ha detto che però poteva partire titolare. Chiaro che non poteva avere i 90 minuti. In più Ceppitelli aveva recuperato da poco e hanno fatto una staffetta pre-ordinata. Strootman? Uno di quelli che ha lavorato forte restando qui nella sosta. Lui è importante per noi e a livello di gambe l’ho visto meglio”.

dall’inviato Roberto Pinna

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti