Cagliari-Spal, l'esultanza

Cagliari, non ti arrendi mai!

Ancora una rimonta che porta un punto che vale oro. Al 90’il Cagliari di Maran acciuffa il Sassuolo di Roberto De Zerbi. Un partita dalle mille emozioni. Dopo lo svantaggio ad opera di Berardi e Djuricic, i migliori del Sassuolo, i rossoblù trovano il pareggio prima con Joao Pedro e poi Daniele Ragatzu, portando a 13 la striscia dei risultati utili consecutivi.

La Cronaca – Rispetto alla sfida con la Sampdoria di campionato nei rossoblù tornano dal primo minuto Cacciatore e Nandez, rispettivamente al posto di Faragò e Castro. Nel Sassuolo De Zerbi conferma il giovane portiere Turati, classe 2001, e ritrova Domenico Berardi, nuovamente in campo dopo un mese fermo ai box per infortunio. I padroni di casa partono subito forte e al 6’ trovano il vantaggio: Djuricic parte indisturbato dalla sua area di rigore, taglia in velocità tutto il campo e serve Berardi che indisturbato conclude in rete. Al 15’ Locatelli calcia di poco fuori dal limite dell’area, mentre un minuto più tardi arriva il primo tiro del Cagliari con Nainggolan che calcia centrale dalla distanza. Al 20’ Simeone si divora una ghiotta occasione: il Cholito imbeccato da Nandez sul filo del fuorigioco calcia di poco al lato della sinistra di Turati. Il Sassuolo macina gioco grazie alle invenzioni di Djuricic e Berardi. L’esterno calabrese vince tutti i duelli sulla fascia sinistra con Pellegrini e al 22’ serve in area Caputo che viene fermato provvidenzialmente da Pisacane. Alla mezz’ora di gioco occasioni sia per Djuricic che per Rog, entrambe fuori di poco. Il Sassuolo, dopo aver conquistato il pallino del gioco, trova il raddoppio al 36’: Berardi serve Toljan che mette in mezzo, Djuricic è bravo ad inserirsi battendo Rafael. La partita s’innervosisce e Pairetto nel giro di 10 minuti estrae 5 volte il cartellino giallo: Pellegrini, Berardi, Magnanelli, Djuricic e Rog finiscono sul taccuino dell’arbitro.

Maran prova a scuotere i suoi e al rientro dagli spogliatoi manda in campo Lykogiannis per Pellegrini, frastornato dalle incursioni di Berardi, e Cerri per uno spento Simeone. La mossa premia il tecnico trentino perché al 51’ il Cagliari accorcia le distanze con Joao Pedro, bravo a sfruttare un’indecisione di Turati e a battere di testa il giovane portiere. Il brasiliano arriva così in doppia cifra. Al 64’ Pairetto concede un calcio di rigore in favore del Sassuolo per un tocco di braccio di Lykogiannis. Il penalty appare dubbio: dalle immagini non è chiaro se la palla sbatta sul fianco del terzino greco o sul braccio. Il var Doveri conferma il rigore. Dal dischetto si presenta Berardi che calcia sulla traversa. Al 72’ il tiro di Nainggolan finisce alto sopra la traversa. Al 78’ Maran butta nella mischia Ragatzu: mossa azzeccata ancora una volta perché l’attaccante quartese trova il gol del pareggio al 90’. Una rete che vale oro perché porta a 13 la striscia dei risultati utili consecutivi.

Matteo Piano

Sassuolo-Cagliari 2-2

Sassuolo: Turati, Toljan, Marlon (46’ Peluso), Romagna, Kyriakopoulos, Magnanelli, Locatelli, Berardi (74’ Traore), Djuricic (89’ Obiang), Boga; Caputo. Allenatore: Roberto De Zerbi.

Cagliari: Rafael; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini (46’ Lykogiannis), Nandez (78’ Ragatzu), Cigarini, Rog, Nainggolan, Joao Pedro, Simeone (46’ Cerri). Allenatore: Rolando Maran.

Marcatori: 7’ Berardi (S), 36’ Djuricic (S), 51’ Joao Pedro (C), 90’ Ragatzu

Ammoniti: 32’ Klavan, 36’ Pellegrini, 38’ Berardi, 39’ Magnanelli, 45’ Djuricic, 45’ Rog, 46’ Pisacane,

Accedi per commentare

Sponsorizzati