UN CALCIO AI FANTASMI

La cronaca e il tabellino di Cagliari-Parma (quinta giornata di ritorno).

Il Cagliari batte 2-1 il Parma, in rimonta, con una doppietta di Leonardo Pavoletti nella ripresa, dopo il vantaggio firmato Kucka al 40′ del primo tempo. Il match della paura è risolto dal livornese, che permette di dare un calcio alla crisi.

Le formazioni – Maran porta Padoin a destra, lasciando fuori Srna; in avanti Ionita supporta Joao Pedro e Pavoletti, mentre nel mezzo Barella e Deiola affiancano Cigarini. Sulla sinistra difensiva c’è Pellegrini (infortunatosi al 28′, dentro Lykogiannis). Il solito Parma gioca con Gervinho-Inglese più Kucka a supporto; in difesa c’è Gobbi.

Primo tempo – Parte forte il Cagliari, come chiesto dai tifosi. Un quarto d’ora arrembante, con Ceppitelli che di testa (da corner) sfiora il gran gol in torsione e Deiola che scalda le mani di Sepe. Ci provano anche Cigarini (punizione dal limite sulla barriera) e Pavoletti (girata fuori), ma progressivamente il Parma si sistema e risponde. Al 37′ Inglese non spaventa Cragno, ma al 40′ Kucka (lasciato liberissimo nel cuore dell’area) vola in cielo e infila con una grande girata di testa. Buio pesto per i sardi, che incassano fischi e cori ostili al rientro negli spogliatoi.

Secondo tempo – Ti aspetti la riscossa cagliaritana e invece è il Parma a sfiorare il bis con Inglese, mentre lo stadio urla e mormora sempre più all’indirizzo di squadra e presidente. Ci mette un po’ il Cagliari a reagire, quasi 20′, così dopo l’ingresso di Despodov (per Deiola) la scossa arriva con Joao Pedro (colpo di testa fuori di poco) e Pavoletti, che al 66′ si allunga e sulla linea di porta mette dentro la sponda di Ceppitelli nel classico assalto in the box. I rossoblù si rianimano, anche se la gara si fa nervosa e spezzettata, con tanti falli e proteste. Si arriva così all’85’ ed è il momento del pezzo forte della casa: Barella lavora benissimo un pallone sulla sinistra, lo mette splendidamente in mezzo col destro e Pavoletti vola in cielo per far esplodere la Sardegna Arena. Ci mette Joao Pedro a mettere pepe nel finale, protestando con Manganiello dopo un giallo per fallo su Kucka e finendo negli spogliatoi, proprio mentre Maran lo stava sostituendo con Bradaric.

CAGLIARI: Cragno; Padoin, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini (32′ Lykogiannis); Deiola (56′ Despodov), Cigarini (90′ + 2′ Bradaric), Barella; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti. A disposizione: Aresti, Rafael, Leverbe, Romagna, Srna, Ladinetti, Oliva, Doratiotto. Allenatore: Rolando Maran.
PARMA: Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gobbi; Kucka, Stulac (64′ Rigoni), Barillà; Biabiany (87′ Siligardi), Ingese, Gervinho. A disposizione: Frattali, Bagheria, Diakhatè, Ceravolo, Machin, Gazzola, Dezi, Sprocati. Allenatore: Roberto D’Aversa.
NOTE: vento assente, terreno in perfette condizioni, serata umida. Ammoniti Cigarini (C), Bastoni (P), Deiola (C), Pavoletti (C). Espulso al 90′ Joao Pedro (C) per doppia ammonizione (fallo più proteste).
RETI: 40′ Kucka (P), 66′ Pavoletti (C)

Francesco Aresu