agenzia-garau-centotrentuno
Pereiro-cagliari-SerieA

Cagliari, Pereiro: “Voglio la stagione della svolta in rossoblù”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Nel decimo giorno nel ritiro di Pejo a parlare in conferenza stampa in casa rossoblù è Gaston Pereiro: l’ex PSV Eindhoven ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del campo comunale di Celledizzo.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Rivivi la diretta testuale della conferenza stampa 

eye-sport-crowdlisting

dall’inviato Roberto Pinna

Finisce qui la conferenza stampa

Obiettivo tornare in nazionale per i Mondiali? “Assolutamente, per me giocare qui è importante per tornare in nazionale, il Mondiale è il mio obiettivo”. C’è qualche giovane uruguaiano che consiglieresti al Cagliari? “Certo, ogni anno ci sono nuovi giovani. Per esempio Matias Arezo”.

Che tipo di compagni preferisci per giocare con te in attacco? “Qui a Cagliari c’è diversa scelta. Abbiamo diverse punte, un centravanti come Pavoletti un attaccante moderno. A me piace molto fare il rifinitore e attaccare la profondità”.

Che rapporto si è creato con Semplici? “Lui da quando è arrivato ha parlato poco ma ci ha aiutato tantissimo per fare bene, ora stiamo lavorando per confermarci”.

Secondo te questo gruppo può fare un salto di qualità? “Sì, c’è tanta qualità in questa squadra. Nel ritiro abbiamo lavorato bene e speriamo di riprendere da dove abbiamo concluso ”

A che giocatore ti ispiri nel calcio europeo? “Mi piace molto Ilicic e mi ispiro al suo modo di giocare”:

Qual è stata la difficoltà più grande dall’arrivo in Italia? “Non aver avuto continuità di gioco, ma sono tranquillo. Mi sto allenando bene e sono fiducioso”.

Il ritorno di Nainggolan può essere un valore aggiunto o un’insidia per te? “Radja è un giocatore importante, se torna siamo contenti. Possiamo anche giocare insieme. Anche a gara in corso”

C’è stato qualcosa di vero sul mercato che ti vedeva in uscita a inizio estate? Un commento su Ceter? “Ho letto che c’era qualcosa su di me ma non è arrivata nessuna offerta e ho deciso di restare a Cagliari. Con Ceter così come con gli altri sudamericani c’è un grande rapporto. Scherziamo sempre insieme”.

Pensi di aver completato il tuo ambientamento con l’Italia? “Con l’Uruguay lavoravo in maniera simile all’Italia. Ora mi sento comodo qui nel club e nel ruolo dietro le punte. Spero di svoltare quest’anno”.

Come ti stai trovando con la Serie A e in che ruolo vorresti giocare? “In Italia c’è tanta tattica e si lavora tanto con la difesa, sul ruolo mi piacerebbe giocare libero a destra o sinistra dietro le punte per avere più spazio”.

Hai sentito Nandez e Godin? “No, loro sono in vacanza e il 27 torneranno con noi e li aspettiamo con entusiasmo perché sono giocatori importanti per noi”.

Senti la pressione delle tante aspettative? “No, io sono sempre a disposizione del mister. Cerco di dare tutto e spero che sia un anno ottimo per me e per tutta la squadra, che è l’obiettivo principale”.

Questa deve essere la stagione della rivincita per te? “Assolutamente, ho avuto un anno e mezzo sfortunato ma ho resettato tutto e sono qui con grande voglia. Devo fare bene”.

Inizia la conferenza stampa

11.45 – Ancora qualche minuto di attesa per l’uruguaiano cresciuto nel Nacional che ha Alvaro Recoba come idolo. Il classe ’95 ha voglia di rivalsa dopo un anno e mezzo sfortunato in rossoblù. Fin qui nel ritiro ha giocato prevalentemente da trequartista ma anche da esterno a centrocampo.

11:30 – Buongiorno dal Val di Pejo gentili lettori di Centotrentuno: tra 30′ circa le parole di Gaston Pereiro in conferenza stampa.

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna