agenzia-garau-centotrentuno
pejo-ritiro

Cagliari: pomeriggio di possesso, partitella e primi gol

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Allenamento del pomeriggio iniziato con qualche minuto di anticipo rispetto alle 17 per il Cagliari nel primo giorno di lavoro in Trentino.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Spazio alla palla
Dopo una prima fase di attivazione tra palestra e campo la squadra ha svolto una serie di esercizi per il possesso palla a due tocchi. Rosa divisa in quattro gruppi con dei jolly che a turno potevano giocare con la squadra in possesso. Anche le prime urla di Semplici in questo ritiro sotto il campo reso pesante dalla pioggia: “Dai, forza ragazzi. Concentrati, usiamo i due tocchi. Piano piano si inizia. Forza!”. Classiche parole di incoraggiamento per il tecnico toscano che dopo l’ambientamento in Val di Pejo vuole alzare i giri del motore del suo Cagliari. Anche i primi complimenti, per Zappa, parso in ottima forma, e per Biancu e Boccia, entrambi molto concentrati.

eclipse-cagliari

Prime idee
Dopo la fase di possesso a campo ridotto lo staff di Semplici ha creato un quadrato a metà campo per una fase di giro palla con i due portieri. A questa fase ha partecipato tutta la rosa tranne Marko Rog che ha svolto una serie di lavori sulla forza con Fois e il giovane Cavuoti che ha fatto una serie di lavori sulla tecnica individuale, compito poi spettato anche a Biancu.

Indicazioni
Con gli spazi larghi primi squilli per un Joao Pedro ispirato con tacchi, tunnel e giocate di suola. Nella partitella a campo ridotto, curiosità per alcune posizioni: nella prima parte di gioco, Joao Pedro trequartista dietro la coppia Ceter-Cerri, sull’altro fronte Pereiro interno sinistro insieme a Strootman, Deiola a destra e Biancu (poi sostituito da Cavuoti, con El Tonga da 10) alle spalle di Pavoletti-Simeone. Per i bianchi difesa a 4 con Zappa-Lykogiannis esterni, Walukiewicz e Obert al centro. Mentre nei rossi Boccia da terzino destro. Da subito nel vivo del gioco l’ex OM e Roma, spesso in mezzo a Carboni e Ceppitelli per organizzare il gioco e sempre centrale nello sviluppo della manovra.

Partitella
In chiusura partitella vera e propria a 50 metri a due tocchi, più un terzo valido solo per calciare. Queste le due squadre iniziali: bianchi con Aresti, Zappa, Walukiewicz, Obert, Lykogiannis, Marin, Oliva, Caligara, Joao Pedro, Ceter e Cerri; Rossi con Cragno, Boccia, Ceppitelli, Carboni, Deiola, Biancu, Strootman, Pereiro, Tripaldelli, Pavoletti e Simeone. Di Biancu il primo gol del ritiro rossoblù su errore difensivo dei bianchi, dopo una serie di belle conclusioni di Caligara, Walukiewicz e Marin. Pareggio rosso poi di Cavuoti con una bella azione corale. Nel segno dei giovani le prime reti rossoblù in Val di Pejo. Sorpasso rosso firmato poi da Pereiro, di destro. Anche gol che vale il 2-1 finale della prima mini sgambata in famiglia. Non ha partecipato alle fasi con il pallone tra possesso e partitella Marko Rog.

dall’inviato Roberto Pinna

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna