agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-primavera-agostini

Cagliari Primavera, Agostini: “Gara strana, ora i punti pesano di più”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il mister del Cagliari Primavera Alessandro Agostini ha commentato la sconfitta di Trigoria contro la Roma.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Sulla partita 

“Penso sia stata una gara molto strana, alla fine paghiamo quattro disattenzioni decisive in occasione dei loro primi quattro gol. Peccato perché eravamo partiti molto bene, facendo la partita, con intensità, equilibrio, voglia di andare a prendere la palla e creare opportunità. Nel momento migliore è arrivato il loro vantaggio in mischia, abbiamo reagito alla grande pareggiando meritatamente e all’intervallo potevamo essere avanti se non ci fosse stato il palo a fermare Cavuoti. Nella ripresa un copione simile, loro ci hanno puniti non appena sbagliavamo, noi non abbiamo mai mollato e questa è la notizia migliore. Abbiamo avuto qualità e gamba, dimostrando di valere tanto, però se ambisci a giocare su certi livelli non puoi permetterti determinati passaggi a vuoto e devi concretizzare le occasioni che ti crei. Lavoreremo, c’è una fase finale della stagione da affrontare con la testa giusta perché ora i punti pesano e occorre completare il proprio cammino”.

Le condizioni di Kourfalidis
“Purtroppo Christos ha avuto dopo pochi minuti un fastidio al ginocchio che lo aveva costretto a fermarsi nelle scorse settimane, abbiamo preferito non rischiare sostituendolo alla mezzora, speriamo non sia niente di grave. I cambi all’intervallo? C’era bisogno di forze fresche, davanti avevamo prodotto tanto ma giochiamo ogni tre giorni e c’è bisogno di gestire le energie in queste tre partite ravvicinate, peraltro nella ripresa il Cagliari ha continuato a rendersi pericoloso”.

La posizione di Contini

Contini defilato? Nel primo tempo aveva faticato a trovare lo spazio per concludere, così abbiamo cambiato qualcosa tra innesti e posizione e nella ripresa Gianluca ha trovato sia il gol che altre opportunità oltre al rigore finale”.

L’esordio del 2005 Vinciguerra
“Il nostro obiettivo primario è quello di crescere i giovani, portarli alla maturazione per il salto definitivo. Per questo quando esordisce un ragazzo molto giovane, di gran lunga sotto età, è una bella notizia per tutto il club. Alessandro ha qualità significative, le sta facendo vedere nel nostro vivaio, secondo noi era pronto per questo passo e oggi ha avuto l’opportunità. E’ entrato nel gruppo con l’atteggiamento giusto e tanta fame, a lui e a tutti i nostri ragazzi dico di lavorare al massimo e faccio l’in bocca al lupo per il loro percorso”.

La Redazione

TAG:  Primavera 1
 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti