agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari Primavera, Filippi: “Mancata la concretezza, dobbiamo maturare”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Seconda sconfitta stagionale per il Cagliari Primavera di Michele Filippi, che viene battuto 2-0 dal Milan al Vismara Sports Center. Queste le parole del tecnico dei rossoblù al termine della sfida.

Poco cinismo sotto porta

“La partita di oggi viaggiava sul filo dell’equilibrio e noi abbiamo avuto più di un’opportunità per portare l’inerzia dalla nostra, sia sullo 0-0 che dopo il vantaggio del Milan. Ci è mancato concretizzare quanto di buono abbiamo creato, alcune situazioni in area di rigore andavano sicuramente trasformate in gol. Ci rimane il dubbio per il fallo su Masala sulla linea, che da regolamento sarebbe rigore. Mi fermo qui perché non amo parlare degli arbitri, chiedo solo maggiore attenzione in situazioni che possono essere determinanti”.

Alla ricerca della maturità

“È arrivato il momento di maturare, gli errori possono essere un’opportunità nel momento in cui vengono corretti immediatamente. Questa squadra sta seguendo un percorso chiaro e riconoscibile, che va saputo leggere negli attuali pregi e criticità. Non dobbiamo più permettere di raccogliere meno di quanto ci spetta”.

Lavoro e dedizione per crescere

“Abbiamo di fronte due settimane di lavoro per seminare e favorire l’innesto dei nuovi arrivati. L’obiettivo, ripeto, è quello di maturare velocemente. Siamo una squadra che ogni domenica schiera 7-8 giocatori nuovi rispetto a quella dello scorso anno, è fisiologico avere delle difficoltà a inizio stagione. Facciamo affidamento però sul nostro grande spirito di gruppo: ci manca solo tramutare quanto di buono facciamo in punti e vittorie. Ci arriveremo con dedizione e impegno quotidiano”.

La Redazione

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti