agenzia-garau-centotrentuno
Conferenza-Semplici-Cagliari-SerieA

Cagliari, Semplici: “Gara vanificata da errori ma anche dalle assenze”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Le parole in conferenza stampa di Leonardo Semplici dopo la sconfitta per 3-2 del suo Cagliari in casa alla Unipol Domus contro il Genoa, nella terza giornata della Serie A 2021-22

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Sulla partita

Cosa è successo nella ripresa? per  un’ora siamo stati bene in campo, giocando nella maniera che avevamo preparato. Davanti abbiamo trovato una buona squadra, non abbiamo sbagliato atteggiamento ma abbiamo sofferto le condizioni della rosa. tanti infortuni: da Godin a Pavoletti e Strootman. Anche Walukiewicz ha chiesto il cambio. Finché c’eravamo fisicamente abbiamo retto poi le disattenzioni date dalla stanchezza e le abbiamo pagate. Sapevamo di poter avere queste problematiche oggi. Ma questo risultato non ci toglie niente, dobbiamo resettare e finalmente è finito il mercato. Da martedì cominceremo a creare una solidità di gruppo”.

Sui cambi

I cambi sono stati costretti da problemi fisici, anche Ceppitelli mi aveva chiesto il cambio ma non ho potuto toglierlo. Non sono alibi sono realtà dei fatti. Poi ci sono stati errori, come nel primo gol, e quelli hanno influenzato l’andamento della gara. Come usciamo da questo 3-2? Lavoreremo su alcuni gol presi ma siamo stati anche molto sfortunati su alcuni episodi fino a qui. Poi chiaro che se prendi taante reti i problemi ci sono. E oggi mancava il nostro alfiere Godin. Presunzione dopo il 2-0? Questa squadra non ha presunzione, nella ripresa abbiamo avuto una serie di cali dati anche da assenze precedenti che hanno inciso. Ma il nostro è un percorso di crescita. Chiaro ci spiace per questa sconfitta e abbiamo avuto pure i palloni per pareggiare. Ora ci gira tutto storto ma cambierà. Cosa ho detto alla squadra? Che dobbiamo stare più sul pezzo perché le gare durano 95′ e noi dobbiamo avere una condizione mentale diversa“.

Ritmi

Siamo calati e il Genoa è cresciuto, non il contrario.  Noi abbiamo avuto delle oggettive difficoltà fisiche. Quando siamo stati corti avevamo il controllo. Pavoletti? Un problema alla schiena per lui, è rimasto in panchina ma non poteva giocare. Sui gol di testa? Sono tutti di testa ma da occasioni differenti, e dire che noi siamo alti. Le disattenzioni però fanno parte del calcio. Mancata la gestione? Sì è vero, finché siamo stati in campo fisicamente era una buona gara che poi alla fine abbiamo vanificato“.

Roberto Pinna

Al bar dello sport

7 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti