agenzia-garau-centotrentuno
semplici-cagliari-spano

Cagliari, Semplici: “Inter? Basta con le parole adesso facciamo i fatti”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Conferenza stampa della vigilia per Leonardo Semplici che parla in vista del lunch match del 30° turno della Serie A dove i rossoblù saranno impegnati contro l’Inter al Meazza.

segui la diretta testuale della partita con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA 

Pensava di incidere di più su questa squadra prima del suo arrivo? Per certi versi sì, ma nonostante le sconfitte abbiamo creato tante occasioni. Non voglio parlare di prima, mi sembra scorretto: a livello difensivo però corriamo meno rischi a parte la partita con la Juventus. A detta di tutti i migliori in campo sono sempre stati i portieri avversari e meritavamo almeno i pareggi con Verona e Spezia.

Come sta Nandez? Si è allenato a parte tutta la settimana, da ieri è in gruppo: gli abbiamo evitato scontri per precauzioni, Nahitan è recuperato. Purtroppo abbiamo perso Deiola e domani non sarà a disposizione.

Su chi puntare in attacco? Ho a disposizione risorse importanti. Dipende dalle caratteristiche e da come si allenano: si dovranno fare delle scelte per mettere in condizioni di creare e arrivare davanti alla porta serenamente.

A questa squadra manca la determinazione e la grinta? Confermerà il 3-5-2 o vedremo il 4-4-2 del secondo tempo con il Verona? Dobbiamo migliorare la mentalità, il Verona però ha messo in difficoltà tutti ed arriva da due anni di lavoro dello stesso allenatore. Io sono qua da sette partite. A questa salvezza tutti ci crediamo, ma dobbiamo fare qualcosa di diverso e qualcosa di più. In primis sono io a mettermi in discussione, devo far sì che i ragazzi capiscano non hanno fatto quel che dovevano fare. Ma c’è ormai poco da parlare, ci sono da fare i fatti. Il modulo? Il 4-4-2 lo stiamo valutando, però in linea di massima non voglio cambiare molto il modulo base”

Sui giocatori in difesa: “Non vedo grandi difficoltà in difesa, a parte qualche errore come a La Spezia: se si guarda agli errori non sono solo quelli della difesa, non è possibile cambiare 4 o 5 giocatori. Serve unità di intenti in questo momento. Devo analizzare la partita al di là del risultato e le mie scelte sono dovute anche a quello visto in settimana”.

Che partita ci dobbiamo aspettare del Cagliari? Sarà una partita di sacrificio. Ci saranno momenti in cui soffriremo, dove dovremo essere aggressivi e dovremo mettere in pratica le qualità dei ragazzi. CI siamo preparati a questa partita, non possiamo solo aspettare l’avversario: servirà equilibrio, difendere in una certa maniera e andare a controbattere in certe situazioni.

Il carattere della squadra? Non abbiamo giocato come volevamo, ma anche la partita con il Verona abbiamo creato e abbiamo dimostrato voglia di pareggiare, così come a La Spezia. Costruendo e reagendo a una situazione in cui eravamo sotto, nel tiro e nella rifinitura siamo stati deficitari. Ma credo che attraverso le prestazioni possiamo invertire il trend”.

Dopo la partita con il Verona, il Ninja aveva commentato facendo capire che la posizione davanti alla difesa lo allontanava dalla porta e lo costringeva a ripiegare dietro: “Quando un allenatore fa una scelta la fa sempre in accordo con il giocatore, non vedo problematiche- ha spiegato il tecnico-. Radja è un ottimo giocatore che sa svolgere più ruoli durante la sua carriera”. 

Cosa vi siete detti dopo il Verona? Cosa è successo dopo tre risultati negativi? Ne abbiamo parlato, ma c’è da parlare poco in questo momento e c’è da passare ai fatti. Abbiamo lavorato sui dettagli cercando di migliorare con desiderio e determinazione. Quello che abbiamo fatto non è sufficiente. Dobbiamo tirare fuori tutti, a partire dall’allenatore, qualcosa in più

Scelte drastiche con spazio a qualche giovane motivato? Come ha vissuto questi giorni Vicario? Molto bene, l’esordio in Serie A contro la prima classifica e in uno stadio importante. Guglielmo si è allenato bene come sempre ed è pronto. Le scelte che farò saranno oculate, sperando in una buona prestazione e in un risultato positivo.

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:31– Qualche minuto di ritardo per il mister

13:25 – Giornalisti già presenti nella sala virtuale: attendiamo l’arrivo di Leonardo Semplici nella sala stampa di Asseminello.

13:06 – Tra poco più di 20′ la conferenza del tecnico rossoblù, mentre è prevista per le 14:00 quella di Antonio Conte.

12:45 – Buongiorno amici di Centotrentuno, tra 45′ le parole di Leonardo Semplici in vista della partita tra il Cagliari e l’Inter.

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti