agenzia-garau-centotrentuno
abeijon-cagliari

Cagliari, senti Abeijón: “È un peccato che non sia rimasto Nainggolan”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Abbiamo fatto una chiacchierata con l’ex centrocampista del Cagliari per scoprire il suo pensiero proprio sul Club rossoblù, sia per quanto riguarda il campionato sia per la sessione di mercato appena conclusa.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Nelson, come hai trovato il calciomercato del Cagliari in questa sessione estiva? Facciamo un piccolo bilancio.
“Per quello che ho visto, penso che tra i nuovi acquisti Caceres e Keita siano quelli che dovranno dare una mano d’aiuto maggiore rispetto agli altri a questo Cagliari”.

Come vedi il Cagliari di Semplici in campionato?
“Vedo un Cagliari che tutto sommato non è cambiato troppo da quello dell’anno scorso e secondo me questa è una cosa importante. Sono arrivati elementi di spessore: questa squadra ha tutte le carte in regola per cominciare a vincere e fare tanti punti. Man mano che il campionato avanza cambieranno sicuramente anche gli obiettivi: il principale immagino sia la salvezza, ma chissà che non si possa ottenere anche qualcosa di più”.

Non è arrivato Nainggolan, ma sono rimasti praticamente tutti i top. Pensi che un Cagliari senza Ninja possa comunque funzionare o la sua assenza peserà?
“Per me Nainggolan è il miglior centrocampista che ha avuto il calcio italiano in questi ultimi anni: mi è dispiaciuto che non sia rimasto a Cagliari. Sicuramente con lui la squadra sarebbe stata decisamente più forte”.

La partenza di Nandez sembra praticamente cosa certa, ma alla fine El León è rimasto a Cagliari. Come pensi che possa prendere il fatto di non essere partito?
“Ho seguito un po’ la vicenda Nandez e ho visto che ci sono state un po’ di frizioni tra lui e il club. Devo essere sincero, meglio per il Cagliari che sia rimasto, è un giocatore forte e molto importante per questa squadra. Possiamo godercelo ancora e va benissimo così”.

Quale credi possa essere la possibile sorpresa della rosa del Cagliari quest’anno?
“Non saprei ancora indicarti un nome, ho bisogno di vederli giocare tutti prima di farti il mio pronostico. Ma dovendone dire uno scelgo Keita: è un buon giocatore, spero riesca ad adattarsi bene al gioco del Cagliari”.

Dati i giocatori a disposizione di Semplici, meglio difesa a 3 o a 4?
“Giocare con la difesa a 3 non è facile, perché ti servono giocatori veloci, però con l’arrivo di Caceres credo non ci siano problemi nel farla. Questo Cagliari può giocare bene sia con la linea a 3 sia a 4, ma a mio parere bisognerà valutare le scelte partita dopo partita”.

La prossima in campionato sarà Cagliari-Genoa, che gara ti aspetti?
“Il Genoa arriverà a Cagliari molto arrabbiato, perché ho visto che hanno perso le prime due partite. Non sarà sicuramente una gara semplice. Dall’altra parte però il Cagliari deve assolutamente vincere e fare i primi tre punti per avviare bene questo campionato”.

Elena Accardi

 

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti