agenzia-garau-centotrentuno
Under 15-Cagliari-Torino

Cagliari, Under 15 eliminata agli ottavi di finale dal Torino

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

L’Under 15 del Cagliari cade in casa contro il Torino e saluta agli ottavi di finale la corsa per lo scudetto di categoria: 2-1 il risultato in favore della squadra granata, vincitrice anche all’andata della sfida playoff. I rossoblù allenati da Gianmarco Giandon chiudono la loro stagione a testa alta dopo aver concluso al secondo posto il proprio girone a pari punti con la capolista Monza.

Il racconto della gara

Dopo appena cinque minuti di gara l’arbitro ha decretato un calcio di rigore a favore del Torino: dal dischetto Tatarevic però ha mandato a lato. I granata passano in vantaggio al 13’ con Conte, lesto ad anticipare con successo i difensori sul primo palo. Lo svantaggio subito scatena la reazione dei rossoblù, pericolosi al 17′ con un rasoterra di Smeraldi dalla sinistra che non trova però compagni in area. Con il passare dei minuti il Cagliari si rende pericoloso a più riprese: al 27’ gli ospiti si salvano sul cross dalla fascia di Picchedda. Il primo tempo si chiude con un tentativo di anticipo di Malfitano sul primo palo fuori di un soffio. Il Cagliari pareggia al 46′ con Tuveri: straordinario il suo destro dal limite che si insacca perfettamente sotto l’incrocio. Ai rossoblù in quel momento però servono ancora due gol per ribaltare il risultato dell’andata. L’occasione della seconda rete passa da una mischia in area al 49′ sulla quale interviene miracolosamente il portiere granata. Al 51′ la doccia fredda: Conte si avventa su un rimbalzo sulla traversa e trasforma di testa per l’1-2. Al 63′ è ancora una volta prodigioso l’estremo difensore torinese sull’inzuccata di Nardulli. I quattro minuti di recupero non bastano per agguantare il pari e ad Asseminello passa il Torino.

Le parole di Giandon

Al termine del match è intervenuto ai microfoni del club l’allenatore dell’Under 15 Gianmarco Giandon, nell’occasione sostituito in panchina dal vice Mirco Tocchi: “Si chiude una grande stagione, la squadra ha dato tutto. – le parole del tecnico rossoblù – Abbiamo iniziato questo campionato dopo essere stati fermi quasi due anni a causa della pandemia, non sapevamo cosa aspettarci: i ragazzi in poco tempo hanno ingranato e disputato un girone straordinario. Merito del loro spirito di sacrificio e senso del dovere, sono orgoglioso di loro perché hanno superato ogni limite. Quello che conta è il percorso di crescita, umano e calcistico, non devono mai sentirsi troppo sotto giudizio. Una delle prime cose che trasmettiamo ai più giovani è il senso di apparenza a questi colori. Sappiamo cosa significa indossare questa maglia: quando andiamo in trasferta rappresentiamo l’intera Sardegna e i ragazzi sono consapevoli dell’inestimabile valore di tutto questo“.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

 

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti