Fabio Aru

Calvario Fabio Aru, arriva il ritiro dal Tour de France

Fabio Aru  alza bandiera bianca nella nona tappa del Tour de France, la seconda sui Pirenei.

Il villciadrese si è da subito staccato nei primi km di corsa disputati dal gruppo a una velocità molto elevata in un percorso tuttavia con poche difficoltà altimetriche: il sardo ha perso progressivamente contatto e con orgoglio è rimasto per diversi chilometri solo con la Voiture Balai (il furgone che chiude ufficialmente la carovana della corsa) alle sue spalle,  prima di prendere la decisione di scendere dalla bicicletta e prendere la strada di casa. Cambiano i piani del Cavaliere dei Quattro Mori per il proseguimento della stagione, ma prima ci saranno da capire quali problemi attanagliano il corridore della UAE Emirates. A vincere la tappa è stato Tadej Pogaçar nella volatina con Roglic (nuova maglia gialla) e Hirschi, fuggitivo ripreso a 1,8 km dal traguardo.

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
giuseppe
giuseppe
06/09/2020 15:24

Un professionista che si presenta in queste condizioni fisiche con l’ambizione di fare classifica offende i suoi compagni di squadra; ancor di più se considerata la mancanza di umiltà nel mettersi al servizio di Pogačar e abbandonare alle prime difficoltà. Lo stesso Beppe Saronni ha trattenuto a stento l’irritazione nei confronti del ciclista, che evidentemente ha preparato superficialmente la competizione.