Marrone-Fresu, vincitori dell'edizione 2018 dello Shardana

Nasce il Campionato ACI Sport Sardegna

Una grande novità per appassionati e piloti dell’automobilismo della Sardegna.

Nasce il Campionato ACI Sport Sardegna che comprenderà ben 29 manifestazioni di 6 specialità diverse e oltre 200 piloti. L’idea nasce dal nuovo Fiduciario Regionale Giuseppe Pirisinu, incaricato dal Presidente del Comitato Regionale degli Automobile Club Sardi Dott. Riccardo Montixi, con l’obiettivo di unire e far crescere sotto un’unica egida tutte le manifestazioni motoristiche dell’isola. “Frequentando questo mondo da ufficiale di gara e poi da navigatore– ci racconta Giuseppe Pirisinu- ci siamo accorti dell’esigenza di avere un campionato regionale come in passato: per una serie di motivi questo non si è organizzato per qualche anno e abbiamo deciso di riportare qualcosa di importante che anche in altre regioni già fanno, come la Lombardia, Toscana e Sicilia, dove specialmente c’è una cultura del campionato regionale tra i piloti. L’obiettivo è quello di cercare di fare bene e incoronare il campione sardo di ogni singola disciplina”.

“Preciso che per noi questo rimane un anno zero e dobbiamo osservare quale sarà l’appeal del campionato e il richiamo tra i partecipanti– prosegue il fiduciario regionale-. Valuteremo ogni aspetto per migliorare anno dopo anno, da parte mia cercherò di mettere delle basi per il futuro perché da sportivo ragiono in questo modo qua. L’obiettivo è quello di crescere con nuove attività e supportare anche i giovani, quindi studierò insieme agli Automobil Club della Sardegna iniziative per mettere le basi del futuro. Ci stiamo muovendo per altre iniziative, ma è importante svolgere anche l’attività ordinaria affinché tutto vada fatto in maniera corretta”. La stagione inaugurale del Campionato partirà quindi con la prima gara a calendario per il Campionato Rally Delegazione Sardegna: il 18° Rally dei Nuraghi e del Vermentino, unico evento sterrato a calendario, a cui seguiranno nel corso della stagione altri tre appuntamenti tra Parco Geominerario, Terra Sarda e Shardana. La seconda serie a partire sarà il “Campionato Regionale ACI Sport Sardegna Slalom #correreperunrespiro” che sarà il nuovo contenitore per la collaudata formula creata dal Comitato Organizzatori Slalom Sardegna in collaborazione con la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus che da diversi anni vede un crescente numero di partecipanti.  Novità assoluta sarà invece il Campionato Sardo Velocità Montagna che potrà vantare un importante trittico di gare tra Alghero Scala Piccada, San Gregorio Burcei e Iglesias Sant’Angelo: tre manifestazioni uniche nel loro genere per tradizione e comprovato valore tecnico. Ci sarà spazio anche ai kart, con la Delegazione che si farà promotrice locale del Campionato Regionale ACI Karting direttamente indetto dalla federazione nazionale e che vedrà il via il 29 Marzo con il primo di sei round.

Il Campionato ACI Sport Sardegna sarà anche l’occasione per unire gli appassionati delle autostoriche, in ogni declinazione. Non solo con classifiche dedicate in slalom e salite, ma con la creazione di due inedite serie regionali.  Il Campionato Rally Storici Delegazione Sardegna darà modo ai piloti isolani di confrontarsi con la terra del 5° Rally dei Nuraghi e del Vermentino Historicu ma soprattutto di sfidare i migliori interpreti della specialità nel 3° Rally Storico Internazionale Costa Smeralda, valido per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Confronti di livello nazionale anche per il Campionato Regolarità Sardegna, con la XVI Baia delle Ninfe valida per il Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche e la 3° Regolarità Storica Costa Smeralda, atto conclusivo del Campionato Italiano Regolarità a Media. 

Matteo Porcu

 

 

TAG:

Motorsport

avatar
500

Sponsorizzati