agenzia-garau-centotrentuno

Canzi: “Non era facile vincere qui”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Max Canzi, allenatore della Primavera del Cagliari, ha commentato così la vittoria sul Chievo.

SCARICA LA NOSTRA APP ANDROID SUL PLAY STORE!

“Loro venivano da tre sconfitte quindi era una partita insidiosa e il Chievo è una squadra che ha raccolto meno di quanto hanno seminato: hanno grandi individualità. Questo è un campionato dove si può vincere e perdere con chiunque, quindi tutte la partite le abbiamo affrontate col giusto approccio: avevamo la giusta paura prima della partita, ma anche la consapevolezza di sapere che possiamo giocarcela con tutti. Il Chievo è una squadra che non muore mai, l’anno scorso ci hanno recuperato dal 3-0 e ci hanno fatto 4 gol in 10 minuti: sapevamo che era importante metterla in ghiaccio e così abbiamo fatto. La partita è cambiata quando c’è stata l’espulsione è da lì è stato più semplice”.

Così invece Alessandro Lombardi: “Siamo molto contenti, venivamo da due brutte sconfitte e abbiamo lavorato bene in settimane, lavorando sugli errori fatti. Non era per niente facile vincere qui. Avevamo perso un po’ la bussola, abbiamo lavorato sulle distanze e sull’ordine in settimana e siamo stati bravi oggi in campo. Dopo l’1-0 il mister ci ha detto di mantenere la calma e non sbagliare palloni in uscita, ci siamo riusciti. L’espulsione? Stavo proteggendo palla e lui mi ha dato un calcione per la frustrazione, nessun battibecco”.

 

 

TAG:  Primavera 1
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti