Canzi: “Pagati due rimpalli in area”

Il tecnico del Cagliari Max Canzi ha commentato così al termine della gara contro l’Inter, seconda gara del Girone 1 della 71ª Viareggio Cup. 

Cagliari meglio nei primi 45′? “Abbiamo fatto la partita fin dal primo minuto – ha detto Max Canzi ai nostri microfoni al termine di Cagliari-Inter 0-2 – abbiamo avuto quasi il 65 per cento del possesso palla, ma non siamo stati bravi a concretizzare le occasioni create. Abbiamo pagato due palle sporche, due rimpalli in area. Se ci avessero dato quel rigore ciclopico (sic!) nel primo tempo, con un fallo di mano che ha fatto addirittura rumore, ora parleremmo di un’altra partita”. 

Cosa è cambiato rispetto a lunedì? “Sono due gare che non si possono paragonare: oggi abbiamo giocato contro una squadra fortissima, che abbiamo dominato. Lunedì il livello degli avversari era differente, una partita difficile da giocare. Onore all’Inter, dai giocatori allo staff tecnico, ma oggi permettetemi di dire che chi ha visto la partita sa che il risultato è quanto di più bugiardo possa esistere”.

Cosa ha detto ai suoi ragazzi negli spogliatoi? “Che bisogna saper accettare il verdetto del campo, anche quando è ingiusto e che son fiero di loro, perché oggi hanno fatto una partita magistrale. Sappiamo ora che con il Braga è una gara da vincere, per poter passare il turno. Non cambia l’impostazione rispetto a quella di oggi: ho un grande gruppo, oggi 8 undicesimi erano ragazzi sardi, formatisi nel settore giovanile. Vedremo chi ha accusato qualche problema, così da schierare chi sta meglio contro il Braga”.

Morale alto, dunque: “Assolutamente. Quando giochiamo contro squadre così blasonate sappiamo che stiamo andando a fare la guerra con le fionde. Ma noi viviamo del nostro lavoro: abbiamo un grande cuore e le fionde le tirano forte”. 

dall’inviato Francesco Bocchini

Sponsorizzati