agenzia-garau-centotrentuno
carboni-cagliari-pejo

Carboni: “Voglio dimostrare di valere la A. Per il Cagliari sarei andato in C”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Al termine dell’amichevole contro il Real Vicenza terminata 16-1, tra i giocatori a parlare in casa Cagliari è stato il difensore centrale Andrea Carboni.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Sto ancora realizzando il percorso che ho fatto, dalla Primavera a giocare le partite decisive per la salvezza. È un lavoro che ho iniziato da tempo, in questo ritiro però siamo soltanto nella prima parte e devo dare ancora di più. Le cinque partite mi hanno aiutato, perché abbassando la guardia sono tornato in Primavera. Passare dalla Prima squadra alla Primavera è un attimo, ma io l’ho presa col sorriso e ho continuato a lavorare tanto, sapevo che le occasioni sarebbero arrivate e così è stato. Con Semplici abbiamo parlato da subito, mi ha fatto sempre sentire parte del gruppo, lo ringrazio perché mi ha dato fiducia e mi ha voluto in campo. Differenze tra Zenga e Semplici? Sarò debitore a vita con Zenga, perché ha avuto il coraggio di lanciarmi in un momento difficile per la squadra, dimostrando di credere in me da subito. Ringrazio anche Di Francesco, non solo Semplici e anche lui mi ha dato una grossa mano, mentre il mister mi ha dato fiducia e ringrazio anche lui. Giocare per il Cagliari da sardo è bellissimo, visti gli altri sardi che mi hanno preceduto. Andare via a giocare? No, assolutamente. Credo tantissimo nel progetto, sarei andato anche in Serie B e in C per il Cagliari. 

“Non esistono più giovani o vecchi, il mister tiene molto a questo, così come i titolari: bisogna lavorare ogni giorno per meritarsi il posto da titolare. Le difficoltà in Serie A ci stanno, ma mi hanno aiutato tanto i vari allenatori. Pressioni? Ma no, faccio quello che mi piace fare, voglio dimostrare di poterci stare in Serie A. Obiettivo Under 21? Se farò bene, spero di guadagnarmi anche questo traguardo ovviamente, ringrazio mister Bollini per avermi portato in Under 19. Calciatore più fastidioso? Sicuramente Lapadula nella partita di Benevento, anche Perez della Roma. Sfizio? Ho comprato casa e macchina, ma sono uno che cerca di amministrare bene i soldi, perché nella vita non si sa mai. Preferenze tra difesa a 3 o a 4? Non ho preferenze, forse a 3 è più difficile ma davvero cambia pochissimo”. 

dall’inviato a Pejo Francesco Aresu

 

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna