agenzia-garau-centotrentuno
La presentazione di David Suazo come allenatore del Carbonia | Foto Centotrentuno

Carbonia, Suazo: “Qui per divertirmi e far crescere i ragazzi”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Nuovi stimoli di nuovo in campo per l’ex attaccante rossoblù David Suazo. La punta dopo le esperienze in panchina con il settore giovanile del Cagliari e il Brescia riparte dal Carbonia in Serie D. Reduce dai saluti con il tecnico Marco Mariotti che ha portato la squadra mineraria alla salvezza a sei giornate dal termine del campionato.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

 “Mi sento come un bambino che riprende a giocare. Ringrazio il Carbonia per questa opportunità. Ringrazio Andrea Colombino, il direttore, e il presidente Stefano Canu. Le emozioni di tornare ad allenare sono sempre belle perché ho la fortuna di fare il lavoro con quello che mi piace. Spero di trasmettere ai ragazzi positività e voglia di crescere per questa piazza importante. Vogliamo finire in maniera importante”. Se mi immaginavo un ritorno del genere? “Sono situazioni che capitano, quando fai un percorso al Cagliari speri di finire lì ma qui ho trovato una società che vuole emergere e quindi voglio avventurarmi in questa nuova realtà. Credo che mi divertirò”.

Aspettative
“Ho aspettative importanti, sono qui per lavorare tanto con una immersione totale. Quanto aiuta essere già salvi? Mister Mariotti ha fatto un grande lavoro, lo ringrazio. Io porterò avanti quello che lui ha iniziato”.

Cagliari
Tanti nomi conosciuti in questa rosa: “Mi aspettavo di finire in casa Cagliari ma il calcio è una palla rotonda e non sai mai come andrà. Ora sono contento di stare qui a Carbonia, molti ragazzi li ho avuti a Cagliari, altri da avversari e molti sono amici di amici. Anche questo ha contribuito nella scelta di Carbonia. Ma il direttore mi ha convinto telefonicamente perché è stato molto convincente. Io sono un professionista, voglio solo lavorare e mettere me stesso in campo”.

Testa a domenica

“Si inizia con un derby, i ragazzi la sentono. Faremo il meglio per arrivare pronti. Un pensiero su Cellino ai playoff? Io a lui posso solo dire grazie, sono arrivato con lui da ragazzo e a Cagliari sono cresciuto. Grazie per aver creduto in me, anche la chance di allenare in Serie B. I tanti giovani del Carbonia? Vi fa capire l’ottima idea della società di valorizzare i giovani sardi del territorio. Quando metti in mostra un giovane significa che il tuo lavoro è stato fatto bene. Dopo queste giornate? Il contratto dice fino al 30 giugno, poi vedremo con il presidente”.

Inter
Lo scudetto dell’Inter e la quasi salvezza del Cagliari, un giudizio sulla stagione in Serie A: “Dicono che l’Inter gioca male ma vincere il campionato con 5 giornate di anticipo significa tanto. È la più forte di tutti. Conte e i giocatori hanno dimostrato il valore del lavoro. Il Cagliari ha fatto una striscia di risultati utili che nessuno si sarebbe mai aspettato. Semplici ha toccato delle corde nel gruppo e ha creato un’identità importante. Adesso bisogna essere un po’ scaramantici ma il Cagliari è da applausi”.

Roberto Pinna

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti