Castro: “Rog e Nandez? Non vedo l’ora che arrivino”

Lucas Castro ha incontrato la stampa presente a Pejo al termine della mattinata di allenamento dei rossoblu.

“El Pata” ha esordito parlando delle aspettative per la prossima stagione: “Sto lavorando bene, anche se ogni tanto ho ancora qualche fastidio muscolare, ma è una cosa normale in ritiro. Ho tanta voglia di ricominciare, dato che l’anno scorso è stato un po’ corto per me. Dobbiamo cercare di migliorare tutti in realtà. L’obiettivo principale rimane quello della salvezza, poi quel che verrà lo valuteremo più avanti. Forse però è da scartare solo il mio momento dell’infortunio, sono soddisfatto di quello che ho dato in campo. Non ho avuto indicazioni particolari da Maran, dipende da quale modulo useremo. Mi trovo bene anche nel 3-5-2. Ruolo? Non saprei, mi metto a disposizione del mister. Mi piace cambiare e gioco dove mi mettono: mi annoio ad occupare sempre lo stesso ruolo (ride ndr). Il rapporto forte con Maran nasce anche da questo, dalla mia duttilità, posso fare più ruoli e fasi”. 

Sui volti nuovi: “Nandez? L’ho visto dal vivo nella finale di Copa Libertadores a Madrid, mi è piaciuto tanto. Per quel che ho visto penso che nella fase offensiva possa dare molto, è un guerriero. Senza Barella perdiamo tanto, spero che i ragazzi nuovi ci diano una mano come faceva lui. Mattiello? Abbiamo giocato poco insieme perché si era fatto seriamente male dopo una settimana di ritiro. D avversario è uno tosto, fastidioso da affrontare. Sono più sollevato di averlo nella mia stessa squadra. Walukiewicz? Si sta inserendo benissimo, anche se non parla italiano sembra capire tutto quello che gli viene detto. Non vedo l’ora che arrivino Nandez e Rog, la competizione fa bene e aiuta la squadra a fare meglio. Se dimostrano di meritare di giocare, sarò felicissimo di lasciargli il posto. A me interessa vincere”.

Immancabile la domanda sulla musica: “Rimane un hobby, le domande su questo argomento non mi pesano. Penso solo al calcio, ma la musica mi ha aiuto molto durante l’infortunio ed è un elemento che fa gruppo”. 

Sponsorizzati