Ceppitelli: “Col Parma faremo una buona partita”

Luca Ceppitelli ha ricevuto il Premio USSI Sardegna nella cerimonia svoltasi all’Aeroporto di Elmas.

Il difensore è stato intervistato dai microfoni di Sky Sport 24 a margine della serata:” Sono molto onorato di ricevere questo premio, frutto di questo percorso fatto qui in Sardegna: in cinque anni sono cresciuto tanto,  devo ringraziare la società per questo percorso che mi ha portato ad essere capitano di questa squadra e tanti compagni. Le mie condizioni? Un piccolo affaticamento, spero di riprendere a pieno ritmo e cercherò di essere presente per il Parma. Stiamo cercando di insistere sul lavoro che abbiamo iniziato dal ritiro: ci sono stati innesti importanti che hanno bisogno di tempo per inserirsi e stiamo lavorando all’inserimento e all’amalgama. Sono convinto che faremo una buona partita contro il Parma, già con l’Inter abbiamo dimostrato di essere cresciuti”.

“La campagna acquisti è stata molto importante– prosegue sul palco degli USSI-. L’obiettivo del Cagliari è quello di crescere e migliorare giorno per giorno: stiamo lavorando per poter fare tutto ciò e sono convinto che sapremo riprenderci. Questo è un anno speciale,è un onore e una responsabilità essere capitano. Con i compagni mi trovo bene con tutti. Nazionale? Un pensiero si fa sempre”. 

“Speravamo di partire in maniera diversa: ora bisogna cambiare questo andamento- prosegue ai microfoni dei cronisti presenti-. La sconfitta col Brescia è quella che brucia di più perché era la gara alla nostra portata: ci siamo rifatti contro l’Inter anche se il risultato non è arrivato. Abbiamo perso Leo e Alessio che erano due giocatori importanti, ma la società li ha ben sostituiti: ora lavoriamo per integrarli, non è di certo come avere due giocatori pronti in squadra. Per quanto mi riguarda io do sempre il massimo e per convincere tutti, ma può esserci la giornata negativa: abbiamo grande qualità e la possibilità di fare grandi cose, ma il calcio è un gioco di squadra e tutti devono mettersi a disposizione degli altri”. Difesa a tre o a quattro? Siamo pronti a giocare con qualsiasi modulo, proviamo il 3-5-2 da inizio ritiro. Col Parma dovremo dare una svolta, anche se sarà una gara difficile contro una squadra agguerrita che si conosce molto bene”. 

Francesco Aresu

Sponsorizzati