agenzia-garau-centotrentuno
Alberto Cerri in ritiro a Pejo

Cerri: “Voglio far vedere il mio vero valore”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Alberto Cerri ha parlato a margine dell’allenamento conclusivo del ritiro del Cagliari in Val di Pejo.

Queste le dichiarazioni dell’ex Under 21: “Si riparte da Aritzo e Pejo, con una preparazione importante che l’anno scorso è mancata. A livello personale le aspettative sono alte, ma pure come squadra. È stato un precampionato faticoso, ma sono felice di aver fatto tutta la preparazione con alcuni test importanti. Ora ci aspetta un’altra amichevole impegnativa, sabato alla Sardegna Arena contro il Leeds: sarà il nostro debutto davanti ai nostri tifosi, quindi vogliamo sicuramente fare bene. Temiamo il caldo? La partita di ieri ci ha aiutato ad abituarci a quello che troveremo a Cagliari, addirittura io avevo le mani cotte come se fossi stato in piscina. Prima o seconda punta? Gli attaccanti vengono valutati per il numero di gol fatto, al di là di tutto voglio dimostrare che non sono il Cerri dello scorso anno”. 

Quanto pesano i 10 milioni di euro pagati dal Cagliari alla Juventus per il cartellino? “Non sono io che determino il mio valore, quando sono tornato qui ero reduce da un buon campionato di Serie B. Spero di ritrovare presto il feeling col gol, come mi è successo qui in ritiro. Io via da Cagliari? Non mi è mai sfiorata l’idea di partire, anche perché mi trovo bene sia con il mister che con tutti gli altri attaccanti, perché abbiamo caratteristiche diverse. Qui gruppo è buono, sicuramente farne parte dall’anno scorso è positivo. L’Azzurro mi manca? Il mio ciclo con l’Under 21 ormai è finito, per il resto c’è tempo”. Che Cagliari sarà il prossimo? “È sicuramente un mercato ambizioso grazie alla cessione di Barella, ma spero che chiunque arrivi a Cagliari sia in grado di darci una grande mano”. 

dall’inviata a Pejo Silvia Alivesi