agenzia-garau-centotrentuno

Ciclismo | Exploit Donori Bike Team: vittoria di Tappa e Giro delle Miniere

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

È il lavoro di squadra della Donori Bike Team a fare la differenza nel Giro delle Miniere 2023. Nell’ultima tappa di Pabillonis, la società del presidente Nicola Schirru si prende tutto: Eros Piras si conferma leader della corsa organizzata dalla SC Monteponi, mentre Emiliano Murtas è stato il primo a tagliare la linea del traguardo e aggiudicarsi la “7° Coppa Città di Pabillonis – Memorial Alessandro Diana” con il tempo di 1h41’02”.

Si trattava di un’altra Medio Fondo di 77 km con partenza e arrivo a Pabillonis. Tracciato completamente pianeggiante con lunghi rettilinei da ripetere per quattro volte. Leggera ascesa solo per il rettilineo di 250 metri che precedeva l’arrivo e che ha visto Emiliano Murtas vincere in volata. Circa 100 i partenti da Pabillonis alle ore 10. Alla fine del primo giro è ancora bagarre, con un tentativo di mini fuga da parte di Bruno Sanetti, con appena 5 secondi di vantaggio. A seguire gli altri: Matteo Mascia, Salvatore Serra e Frederic Jacob in testa.
Il vero braccio di ferro inizia al secondo giro. In dodici si staccano di 50 secondi dal resto del gruppo nel quale è rimasto il leader della corsa Eros Piras. Nel gruppo di testa c’è però Emiliano Murtas, compagno di squadra di Piras, che gestisce e impedisce un distacco maggiore che comprometterebbe la vittoria della corsa al portacolori della Donori Bike Team.
Alla fine è lo stesso Emiliano Murtas a togliersi la soddisfazione di vincere la tappa di Pabillonis in volata davanti a Igor Zanetti (+539’’’). Più staccato il terzo classifica, il portacolori di casa Matteo Mascia (+2”085’’’). Eros Piras, dopo appena due anni, mette dunque in bacheca un nuovo Giro delle Miniere chiudendo le quattro tappe della corsa in 7h07’17’’ con quasi 1’ di vantaggio dal siciliano Dimitri Calabrese e ben 72’’ da Igor Zanetti.
Tra le donne trionfa per la seconda volta nel Giro 2023 Michela Gorini con il tempo di 1h41’43”, davanti a Erika Jesenko (+7”999’’’) e Payne Antigone (+9”500’’’). L’americana aveva accumulato un vantaggio importante nelle tappe precedenti e nulla, dopo oggi, è cambiato: la maglia del Giro rosa è sua in 7h23’28’’.

ORDINE DI ARRIVO ASSOLUTO:
1. Emiliano Murtas (Donori Bike Team) 1h41’02”
2. Igor Zanetti (New Molini Dolo) +586’’’
3. Matteo Mascia (SC Monteponi) +2”085’’’
4. Gianluca Usai (Sardinia Bike School) +2”366’’’
5. Ignazio Cireddu (UC Trevigiani) +2”367’’’
LA CLASSIFICA GENERALE MASCHILE:
1. Eros Piras (Donori Bike Team)7h07’17”
2. Dimitri Calabrese (Ciclistica Centro Sicula) 7h08’13”
3. Igor Zanetti (New Molini Dolo) 7h08’29”
LA CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE:
1. Payne Antigone 7h23’24”
2. Erika Jesenko (New Molini Dolo) +4’54”
3. Michela Gorini (Team Fausto Coppi Corse) +8’48”

Per il Giro delle Miniere ora, una piccola pausa per fare spazio alla manifestazione cicloturistica. Domenica 11 giugno si torna però in sella per un nuovo traguardo agonistico. La prima storica volta in Sardegna del campionato italiano su strada donne sarà di scena a Bacu Abis.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

TAG:  Ciclismo
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti