agenzia-garau-centotrentuno

Coppa Italia Eccellenza | Latte Dolce-Budoni e Tharros-Carbonia in semifinale

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Entriamo nel vivo della competizione riservata alle sole squadre di Eccellenza: dopo il turno d’andata, il ritorno ha sancito le 4 società che continueranno il percorso in Coppa Italia con le semifinali in programma nel mese di novembre. Il Latte Dolce come da pronostico passa il turno vincendo anche la partita di ritorno contro l’Ossese detentore del titolo. Tutto molto facile per il Budoni che, battendo 3-0 il Taloro, pare aver smaltito le difficoltà delle precedenti settimane. Missione compiuta per il Carbonia che batte anche al ritorno il Monastir per 2-1, mentre sono serviti i rigori per Villacidrese-Tharros,

Latte Dolce-Ossese 3-2 (and: 3-0)

Il Latte Dolce non si accontenta mai. Nonostante la gara d’andata avesse già pesantemente indirizzato la qualificazione dalle parti di Sassari vince 3-2 ed elimina l’Ossese, detentrice del trofeo con la straordinaria cavalcata nelle fasi nazionali. I bianconeri ci provano nonostante alcune assenze (in particolare quelle di Magnin e Gueli), ma nulla può contro la formazione di Giorico che non conosce sconfitta dalla prima partita ufficiale della stagione, ovvero l’andata di Coppa contro il Li Punti persa 2-1. I sassaresi dimostrano di non patire cali di concentrazione e al quarto d’ora di gioco passano a condurre con l’ex di turno Scognamillo, che su calcio d’angolo battuto da Olivera, trova la via del gol su colpo di testa. Partita ancor più indirizzata, qualificazione ormai certa e secondo tempo spettacolo: ben 4 reti, di cui 3 di rigore. Apre le danze al 47’ Madeddu, tirando il primo rigore alla sinistra di Panai. Immediata la reazione del Latte Dolce andando a segno dal dischetto al 54’ conquistato da Grassi trasformato da Celin. Ossese che prova almeno a strappare un pareggio e al 61′ altro calcio di rigore per gli ospiti: ancora Madeddu dal dischetto, cambia angolo ma non l’esito, spiazzando il giovane portiere bianco blu. Il Latte Dolce non si accontenta del pari, la qualificazione è in cassaforte  ma continua a cercare la via del gol, trovandola al 77’ con Grassi. Finisce quindi con una doppia vittoria del Latte Dolce e una qualificazione meritata e costruita in particolare nella gara d’andata. Per l’Ossese invece la magra consolazione di averci provato fino alla fine. La squadra di Loriga ora potrà concentrarsi anima e corpo sul campionato, che li vede ancora in corsa per il primato.

Budoni-Taloro 3-0 (and: 1-1)

Vittoria netta e qualificazione in tasca per l’altra capolista del campionato che, per la terza volta in 2 settimane, incontra il Taloro Gavoi (questa volta in “casa” a Torpè dopo che le 2 precedenti sfide si erano giocate a Gavoi). Vittoria importante per i bianchi che sembra abbiano superato il momento di appannamento, derivato dalle 2 sconfitte in campionato e il pareggio in Coppa, che aveva leggermente indirizzato la contesa in favore di Villa e soci. Il Budoni ci mette un tempo a regolare gli ospiti e chiudere il discorso qualificazione: in pochi minuti, prima Santoro al 39’ del primo tempo e poi Lancioni al 45’, sempre della prima frazione. La ciliegina sulla torta la mette Scioni che siglando il 3-0 regala a mister Cerbone la soddisfazione di arrivare in semifinale e di sfidare il Latte Dolce. Sfida quella contro i sassaresi che darà la possibilità di “vendicare” la prestazione di 3 settimane fa quando il Budoni perse 4-0. Per il Taloro Gavoi comunque un cammino importante, cosi come l’anno scorso quando venne eliminata in semifinale dall’Ossese, infatti dopo aver eliminato Lanusei e Nuorese e tenuto testa al Budoni, ora potrà concentrarsi maggiormente sul campionato per centrare l’obbiettivo play-off.

Villacidrese-Tharros 3-5 d.c.r. (and: 1-0)

Ci vogliono i calci di rigore per decidere chi tra Villacidrese e Tharros può avanzare al turno successivo e sognare la finale. È la formazione oristanese ad avere la meglio e ribaltare il risultato dell’andata, vincendo la partita nei tempi regolamentari con un gol di Andrea Sanna. Tanto basta per pareggiare il gol subito nella gara d’andata e allungare la sfida ai rigori (ricordiamo che i supplementari vengono giocati solo in Finale). Sul neutro di Arbus, causa indisponibilità del Comunale di Villacidro, sono i tiri dal dischetto a fare la differenza: tra i padroni di casa capitan Fenu e Palermo si fanno ipnotizzare, tra gli ospiti invece sbaglia Lasi ma è Atzori, con l’ultimo rigore, a regalare la gioia ai biancorossi e il passaggio del turno. Un peccato per la Villacidrese, che aveva ribaltato il fattore campo all’andata e poteva puntare al passaggio del turno, mentre per la Tharros è una piccola rivincita, ricordando la brutta sconfitta patita in campionato.

Carbonia-Monastir 2-1 (and:1-1)

Rimonta riuscita alla Tharros ma non al Monastir. Dopo il pari dell’andata la squadra allenata da mister Madau aveva bisogno di una vittoria per avanzare nella competizione. Invece il risultato finale sorride al Carbonia, che dopo le difficoltà iniziali post retrocessione, piano piano sta acquisendo esperienza e capacità, fondamentali per un gruppo cosi giovane. Ma non è un caso che a tirare la carretta sia stato uno dei più esperti, ovvero Rafael Monteiro: doppietta per l’ex Budoni e Iglesias, che porta in vantaggio i suoi al 30’ di gioco del primo tempo: assist di Porcheddu, controllo e tiro a giro sul palo lontano per l’attaccante, che raddoppia all’85’ su assist di Fabio Mastino. Da segnalare inoltre la traversa di Muscas durante la ripresa. Il Monastir può solo accorciare le distanze con Carollo al 91’, con un tiro imparabile dal limite dell’area. Detto del Carbonia, diamo merito al Monastir per averci provato fino alla fine. La squadra di Madau può comunque vedere il lato positivo di questa eliminazione, ovvero la possibilità di concentrarsi completamente sul campionato, che vede il Monastir vittorioso per la prima volta domenica contro la Ferrini e con lenti ma costanti miglioramenti.

IL QUADRO DELLE SEMIFINALI (16-30 novembre):

Latte Dolce-Budoni

Tharros-Carbonia

 

Stefano Piras

 

TAG:  Eccellenza
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti