Coronavirus, si ferma il calcio regionale

È arrivato lo stop all’attività agonistica anche da parte della FIGC Sardegna. 

L’ente regionale ha deliberato alcuni provvedimenti con carattere d’urgenza, in riferimento alle normative e alle disposizioni che il Governo Italiano, il CONI e la Federazione Calcio stanno attuando per il contenimento sul territorio Italiano del virus COVID-19 (Coronavirus), anche in una ottica di una collaborazione fattiva con quanto evidenziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e di salvaguardia di tutti i suoi tesserati. Tra questi la sospensione nelle giornate di gara del 7 e 8 marzo e del 14 e 15 marzo, di ogni tipo di attività agonistica (calcio a 11, calcio a 5 sia maschile che femminile) sia dei Campionati Dilettanti che di Settore Giovanile (Allievi, Giovanissimi e Attività di Base) di ogni ordine e grado (Regionali e Provinciali) facendo di conseguenza slittare la ripresa di tutti i Campionati al 21 e 22 marzo 2020 secondo il calendario gare a suo tempo pubblicato.

Sospesa anche l’attività sportiva presso il Centro di Formazione Federale “Tino Carta” di Oristano e di conseguenza rinviate a data da stabilire la gara di finale della Coppa Italia di Promozione fissata per il giorno 14 marzo p.v. tra le compagini della Macomerese di Macomer e Usinese di Usini; analogamente sono interrotte temporaneamente, tutte le attività di allenamenti e preparazione relative alle nostre rappresentative sia Regionali che Provinciali. 

avatar
500