agenzia-garau-centotrentuno
Riccardo Ladinetti | Foto Sandro Giordano

Da Ladinetti a Biancu e Ciocci: gli intrecci di mercato tra Cagliari e Olbia?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

L’Olbia è la prima squadra sarda ad aver chiuso la stagione. Un arrivederci alla prossima annata di Lega Pro arrivato con largo anticipo rispetto alla Serie A, dove il Cagliari si giocherà fino alla fine la salvezza nelle prossime quattro gare, o alla Serie D, che vede sei diverse società sarde impegnate fino a giugno tra rincorsa ai difficili playoff e nella lotta per non retrocedere.  Un anticipo che lascia il tempo alle riflessioni all’Olbia, quelle sul futuro dell’allenatore Max Canzi su tutte, ma che permette anche di provare a delineare il futuro della rosa gallurese.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Giovani di ritorno

In questo pezzo analizzeremo dei giovani del Cagliari andati in questa stagione all’Olbia e dei giovani della Primavera che potrebbero andare invece l’anno prossimo in Gallura. Partiamo dai primi e in maniera particolare da Riccardo Ladinetti. Il regista di Sanluri è cresciuto tanto in questa prima annata completa tra i professionisti. Con Canzi che lo ha usato anche da mezzala e non solo nel suo classico ruolo di play in mezzo al campo. Una scelta che gli darà più alternative in diverse situazioni tattiche per il suo futuro.  Il presidente Giulini è stato chiaro di recente: “Riccardo è un nostro giocatore, sapevamo avrebbe fatto bene in C ed è stato un lusso per la categoria. Tornerà certamente a Cagliari“. Una volontà rossoblù ben evidente sin dal recente rinnovo fino al 2024 per il regista ex Primavera. Ladinetti dunque sicuramente farà il ritiro con il Cagliari. Molto del suo futuro dipenderà dalla categoria dei ragazzi ora di Semplici. In Serie B non solo rimarrebbe ma potrebbe provare a giocarsi una maglia da titolare. In caso di Serie A verranno fatte delle valutazioni. Potrebbe restare per fare esperienza ulteriore in massima serie oppure continuare il percorso di crescita in una B. Cosa sarà invece di Roberto Biancu? Il talentuoso play offensivo sassarese ha fatto un finale di stagione da vero trascinatore a Olbia e ora il Cagliari ragiona. L’intenzione sembra essere quella di provare a dare al classe 2000 una nuova chance in ritiro, anche se il ragazzo non solo in campo ma soprattutto fuori dal campo sta bene a Olbia. Quello che è certo è che il Biancu visto nella seconda parte di stagione è pronto per almeno un salto di categoria. Dopo quattro anni (quattro anni, è bene ripeterlo visto che parliamo di un ventunenne in Serie C) l’ex Primavera è chiamato a crederci, soprattutto mentalmente, perché è a un passo da spiccare il volo, che qualitativamente parlando merita.

Lella ha fatto una grande stagione, di lotta e di governo. Il Cagliari potrebbe richiamarlo in fase di costruzione del centrocampo, che l’anno prossimo tra cessioni (Nandez?), difficili prestiti da risolvere (Nainggolan e Duncan), sarà tutto da disegnare. E poi decidere cosa fare, rivederlo ancora a Olbia non dispiacerebbe alla dirigenza dei bianchi. Ma è presto per dirlo. Anche perché non è detto che i galluresi non vadano a investire su uno dei tanti giovani centrocampisti che bene stanno facendo nella Serie D sarda. E in attacco? La volontà del Cagliari è quella di dare una seconda chance a Gagliano a Olbia. Una nuova annata, si spera più fortunata, per il Cobra che dopo i problemi e gli infortuni può prendersi la scena da protagonista anche in Lega Pro dopo i tanti gol in Primavera e la notte da sogno con gol alla Juventus in Serie A. Infine c’è Marigosu. Anche lui chiamato a ritrovare il suo talento. Spiace che uno dei gioiellini di Asseminello e della Nazionale U19 e 20 non sia riuscito ad ambientarsi al meglio in Gallura. Il ragazzo di Decimomannu è uno dei prodotti più talentuosi degli ultimi anni. Non è detto che resti con la maglia dei bianchi, ma la nostra speranza è di rivederlo sui suoi veri livelli.

Giovani in arrivo

Chi invece della Primavera attuale di Alessandro Agostini potrebbe lasciare Cagliari per andare a fare esperienza a Olbia? Sicuramente ci sarà Ciocci tra i pali. Doveva succedere l’anno scorso e l’infortunio alla spalla dell’estate 2020 ha solo rimandato la partenza. Tra i difensori molto probabilmente sarà Boccia a fare il salto tra i pro, dopo l’anno da capitano con Ago. Anche uno tra Cusumano e Michelotti potrebbe prendere lo stesso percorso. Sulle fasce d’attacco potrebbe esserci una chiamata per Luvumbo, e attenzione anche alle quotazioni di Lisandru Tramoni che bene ha fatto in questa prima annata di Primavera. Senza dimenticare che si tratta di un 2003. In avanti Contini proverà a inserirsi dopo un anno da goleador ad Asseminello. Anche se nel ruolo l’Olbia dipenderà molto dal mercato degli over, senza dimenticare comunque la duttilità tattica del giovane attaccante ora con Agostini che potrebbe comunque fare molto comodo in Gallura.

Roberto Pinna

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti