agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-di-francesco-centotrentuno-spano

Di Francesco: “Cagliari, a Parma prendiamoci i punti lasciati per strada”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Primo turno infrasettimanale per la Serie A con il Cagliari che fa visita al Parma reduce dal buon pari in casa della capolista Milan: il mister rossoblù Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

segui la diretta testuale della conferenza con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA 

Ha paura di perdere giocatori importanti a gennaio: Ci potrebbe essere qualche richiesta, perché stanno facendo un ottimo lavoro. Non ci penso. L’unico dispiacere è non avere qualche punto in più: non dobbiamo guardarci dietro però. Mi auguro di mantenere tutti i giocatori a disposizione fino a giugno. Questo è un campionato diverso: manca il pubblico e penso che domenica magari questo fattore ci avrebbe potuto aiutare. La difesa sui piazzati? Sto pensando un po’ a tutto, errare è umano e perseverare è diabolico. Valuteremo zone miste, a uomo, ma sono delle valutazioni che faremo in seguito.

Cerri può giocare al posto di Joao Pedro e non solo il pivot: Pereiro è convocato, viene dal coronavirus e da un precedente infortunio. Alberto potrebbe anche giocare in quel ruolo, ma anche due attaccanti insieme purché non rimangano piatti. Dipende dalle partite, il fatto di avere 5 cambi ti permette di avere quel Piano B di cui si parla tanto.

Sul Parma: Squadra da prendere con le molle, Gervinho è da segnare con il circoletto rosso perché quando si accende fa male. Hanno grande fisicità, quindi sono abili anche nei calci piazzati, dobbiamo lavorare tanto anche in questo senso. Sono bravi anche nelle transizioni con Gervinho e Karamoh, mantengono alta la palla con Cornelius e Inglese. Dobbiamo essere attenti a prevenire questi attacchi.

A che livello di soddisfazione è della squadra: Siamo cresciuti nel palleggio e nel muoverci insieme, ad essere più continui ma ancora in Serie A non basta: ci ci sono squadre di spessore, con giocatori che determinano grazie alle loro qualità individuali. I ragazzi hanno grande applicazione, devono solo essere più lucidità. Devono aiutarsi anche a voce nei confronti del compagno che hanno più vicino”

Che obiettivo si pone di punti: Ora non posso dirlo; non abbiamo fatto tanti punti ultimamente, noi ora dobbiamo riprenderci quei punti che abbiamo persi. Dobbiamo essere più forti e solidi nel non subire il ritorno degli avversari.

Domani sfida con Liverani che sarebbe potuto essere al suo posto: Non la vivo come una sfida. Fa parte del gioco e del mercato. Lo rispetto, non ci siamo ancora affrontati da allenatore ma solo da giocatore. Lo ritengo un grande allenatore. Non mi piacciono queste cose, sembra più del gossip.

Sui contagiati: Penso che Ounas abbia fatto uno dei tamponi ieri, come noi del resto. Abbiamo fatto una scelta con Godin, parlando anche con lui; è una logica quella di portare i giocatori solo se stanno bene. Nahitan si deve ancora ripulire da questa malattia, Simeone ugualmente deve avere la dovuta attenzione: quando poi li metti in campo devi essere sicuro di rischiare il minimo possibile. Però voglio sottolineare che noi siamo una squadra, negli errori e nelle cose fatte bene: andiamo oltre le individualità, dobbiamo avere voglia maggiore di difendere, in questo periodo abbiamo perso troppi punti. Ci sono delle caratteristiche che devono venire fuori, essere più cattivi e determinati. Voglio fare passare questo messaggio”.

Sulla difesa, a chi tocca di fianco a Walukiewicz? Non vedete gli allenamenti e non capite lo stato di tanti giocatori. Certi giocatori come Luca Ceppitelli verranno convocati, ma non sapete quanti minuti ha nelle gambe. Il pensiero per me va però alla terza partita con l’Udinese dove fisicamente ci sarà bisogno di più forza rispetto alla seconda partita consecutiva.

Come sta Nandez? Che Parma troverete dopo lma nona partita con il Milan? Hanno fatto una buona gara difensiva, attenta e magari con meno opportunità. Il Milan ha avuto diverse occasioni, preso dei pali: per me il Parma è una squadra importante, ha qualità davanti a partire da Gervinho, hanno centrocampisti bravi a inserirsi come Kucka, Kurtic ed Hernani. Una squadra solida, ma sarà diverso da affrontare l’Inter per esempio. Sarà comunque difficile. Il coronavirus è difficile da capire, capisci certe cose solo se metti in campo i giocatori: Nandez ha più allenamenti e sarà preso in considerazione, mentre Godin non ci sarà ha bisogno di più allenamenti. Sono cose che capisci solo se li metti in campo, Nahitan ha corso ma era meno lucido rispetto ad altre occasioni”.

Ci sarà del turnover massiccio o qualche cambio? Sto facendo delle valutazioni, cambierò probabilmente: forse uno per reparto, ma non sarà massiccia. Saranno delle valutazioni anche per chi è tornato dal covid. Abbiamo anche una rifinitura a Parma e quindi ho tempo ancora per valutare.

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:11 – Qualche minuto di ritardo per il mister.

13:04 – Ancora qualche minuto e il mister si presenterà in sala stampa: conferenza ovviamente ancora in modalità virtuale.

12:58 – Sarà un mercoledì con tanto sport da seguire su Centotrentuno: aprirà nel pomeriggio il recupero tra Muravera e Giugliano, la Cupra Cup di Padel  e in serata le partite della Dinamo Sassari e del Cagliari a Parma.

12:52 – Oggi il via al 12° turno della Serie A, aprirà la partita tra Udinese e Crotone poi la sfida tra Benevento e Lazio.

12:40 – Buongiorno amici di Centotrentuno, stiamo per raccontarvi le parole di Eusebio Di Francesco in conferenza stampa. Il tecnico parlerà alle ore 13:10.

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti