agenzia-garau-centotrentuno
Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Di Francesco: “Cagliari, non essere ossessionato dalla classifica”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Conferenza stampa della vigilia per Eusebio Di Francesco che ha presentato la sfida tra il Cagliari e l’Udinese della Sardegna Arena.

segui la diretta testuale della conferenza stampa con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

FINE DELLA CONFERENZA STAMPA

Ancora sulla classifica: “Per me potremmo toglierci soddisfazioni, ma non dobbiamo essere ossessionati in questo momento perché è un percorso il nostro. Questo è un campionato anomalo. Domani giochiamo in casa, ma è come se non lo fosse perché non c’è il pubblico. Questa è una carenza per il Cagliari, sembra più una partita di allenamento”.

Sensazioni su Chent’Annos? Rivedere i campioni, l’approccio, l’umiltà e i campioni che mancano un po’ oggi. Mi manca un po’ la vicinanza e la normalità. Questa è la cosa che mi ha più colpito al di là della bellezza di questa terra. Poi mi mancano le vittorie, vorremmo trasmetterle anche noi ai tifosi.

Cosa manca a questo Cagliari non necessariamente sul mercato? La squadra per me è cresciuta tanto sul punto di vista dell’identità. Facciamo le cose con convinzioni e voglia di mettersi in gioco: c’è concorrenza positiva all’interno della squadra. Normale che avremmo voluto qualche punto in più che ci avrebbe fatto comodo, ma alla lunga questi punti li riprenderemo ne sono convinto. Abbiamo lavorato tanto sull’aggressività avversaria, stiamo migliorando e sono contento della disponibilità della squadra. Abbiamo anche uno psicologo dello sport, per me è un aspetto importante.

In che modo il Cagliari proverà a fare i tre punti? Nandez come sta? Lui è un giocatore a parte. Lui è sempre esuberante e generoso, a Parma mi ha dato una grande risposta anche se avevo dei dubbi. A Parma volevamo fare la partita per essere aggressivi, abbiamo palleggiato male. Non cambiamo filosofia, quando si attacca e si difende lo si fa insieme. Non possiamo permetterci di osare nella mia idea di gara, ma non per questo non dobbiamo rischiare le giocate. La nostra filosofia non cambia, ma esistono due fasi che vanno fatte al meglio: se difendi male e prendi gol perdi anche le certezze per attaccare.

Simeone è pronto? Qual è la quadra giusta che serve al Cagliari? Preferirei parlare di prestazione rispetto ai punti. L’Udinese è una squadra quadrata, che ha lo stesso allenatore da tempo e giocatori che stanno insieme da molto. Non focalizziamoci sui risultati, non mi piace parlarne ma abbiamo avuto delle assenze importanti. Vorrei portare a casa tre punti, li potevamo fare anche a Parma. Abbiamo trovato sempre delle squadre in cui ci sono state situazioni che non ci hanno avvantaggiato. Anche quello che ci è successo oggi non porta certo serenità. Simeone e Pavoletti se la giocheranno per una maglia da titolare, Giovanni arriva dal coronavirus e Leo da un anno e passa di attività, non sarebbe l’ideale fargli fare tante partite.

Manca qualcuno che fa la differenza al momento? Joao da un momento all’altro si può illuminare anche se ultimamente non ha segnato: penso sia cresciuto moltissimo in fatto di atletismo, qualità e in quel ruolo. Abbiamo tanti giocatori che possono accendersi ed essere determinanti, mi auguro di averli spesso al meglio delle loro possibilità. Difesa? Valuteremo la coppia ideale, questo è uno dei dubbi

Dal punto di vista fisico sarà importante non solo la notte ma anche il giorno- scherza Di Francesco- dovrò valutare condizione dei giocatori. Non posso concentrarmi già sulla Roma, quindi penso a domani. So quei 2-3 giocatori che dovrò cambiare che non hanno i 90′.

L’Udinese è la squadra che subisce meno tiri, cosa lascia la partita di Parma? Abbiamo fatto la riunione in campo, a distanza. Dobbiamo essere bravi a sfruttare tutte le possibilità che avremo. Hanno cambiato il modo di giocare, sono meno attendisti. De Paul fa la differenza, un giocatore da bollino rosso: illumina i compagni e dobbiamo tenerlo d’occhio. Dobbiamo difenderci bene e attaccare con le nostre qualità. Dobbiamo cercare equilibrio, creare meno e concedere meno, ma quando creiamo dobbiamo fare male.

Chi giocherà in difesa? Udinese è una partita da vincere a tutti i costi? Secondo me è prematuro fare questi discorsi adesso, il punto di Parma è un punto di partenza. Siamo cresciuti nel secondo tempo ma potevamo sviluppare meglio, ma l’obiettivo principale era quello di non subire gol e siamo stati bravi in questo. Ora però dobbiamo anche segnare. Non daremo i convocati oggi, purtroppo dobbiamo aspettare i nuovi tamponi. Sono contento di aver recuperato Godin e Ceppitelli, uno dei due sarà della gara. Dobbiamo valutare ancora Walukiewicz nella rifinitura. Non abbiamo potuto preparare la gara come vorremmo, poco tempo e in più questa notizia”.

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:07 – Sono stati appena comunicati tre casi di positività al covid-19: si tratta di Klavan, Cabras e Aresti

12:46 – Inizio della conferenza previsto per le 13:10 per il tecnico; Cagliari a caccia di tre punti che manca dal 7 novembre (2-0 alla Sampdoria)

12:45 – Buongiorno amici di Centotrentuno e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Eusebio Di Francesco in vista di Cagliari-Udinese.

 

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti