Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Di Francesco: “Sampdoria? Nessuna rivincita, penso al mio Cagliari”

Conferenza pre-gara per Eusebio Di Francesco nella sala stampa della Sardegna Arena; alla vigilia della partita contro la Sampdoria, il tecnico ha parlato ai giornalisti presenti nella pancia dello stadio rossoblù.

la conferenza stampa integrale

a cura dell’inviato Alessio Caria

Sulla sosta per le Nazionali: “Per le problematiche attuali, ha poco senso. Ma noi non ci possiamo fare niente. Ho tanti nazionali – io come gli altri – e molti vanno in Sudamerica, tornando due giorni prima della gara”.

Sul suo Cagliari: “Siamo sulla buona strada. Ho sensazioni positive, soprattutto dal punto di vista degli atteggiamenti, che è quello che fa la differenza. La partita è l’unico indicatore per le partite”.

Sul possesso palla: “Voglio che migliori. Contro la Sampdoria spero di prevalere sia nel risultato sia nei numeri”.

Su Faragò: “Non è stato convocato perché ha un fastidio alla coscia”.

Su Gigi Riva: “Persona piacevole, riservata, un po’ ‘sardo’ nei modi di fare nonostante non lo sia”.

Sulla Sampdoria: “Viene da un ottimo periodo. Loro sono una squadra compatta, schierata con un 4-4-1-1. Sono capaci di arrivare con tanti uomini dentro l’area. Loro danno proprio l’idea di essere una squadra solida”.

Su quanto fatto nelle ultime gare: “Ci sono note positive. In questo momento commettiamo ancora troppi errori dal punto di vista difensivo. Nel nostro mondo c’è poco tempo e poca voglia di aspettare. Noi dobbiamo cercare di sbagliare meno”.

Sul ritorno di Pereiro tra i convocati: “Può essere un giocatore che a partita in corso può essere utile. Ha qualità e calcio ma si sta allenando soltanto da una settimana con noi. Lui è comunque uno di quei giocatori di qualità che mi piace avere”.

Su Lykogiannis: “Spesso fa il terzo centrale. Questo è sicuramente un aspetto voluto. Sviluppiamo il gioco a tre, cercando di sfruttare ad esempio Zappa e Nandez in fascia che a Bologna hanno fatto bene. Lykogiannis sta crescendo tanto a livello difensivo e di attenzione generale. I miei attaccanti? Contento che stiano facendo gol ma io voglio anche che ci aiutino in difesa”.

Sui numeri: “Il fatto che siamo l’unica squadra ad aver preso 6 gol da fuori significa che dobbiamo essere più bravi ad accorciare. Noi sbilanciati? In un gol preso a Bologna, nonostante fosse una ripartenza, abbiamo chiuso l’azione in 6 difensori contro 4 avversari. Ciò significa che ci sono degli errori. Tornando ai numeri, siamo anche una delle migliori squadre per numero di palloni recuperati nella metà campo avversaria”.

Sul modulo: “Ho cambiato il sistema tattico per mettere in condizioni migliori i nostri migliori giocatori. Primo fra tutti, il nostro capitano Joao Pedro. Una pedina che per noi sposta gli equilibri”.

Sull’utilizzo degli stessi undici nelle ultime gare: “Volevo dare continuità. Abbiamo tanti giovani che devono trovare continuità. La loro crescita passa anche da prestazioni altalenanti. Magari non hanno la capacità di controllare bene le pressioni ma io gli concedo spazio per cercare di migliorare”.

Su Ranieri: “Tra i miei collaboratori ho Orlandoni che mi ha parlato benissimo del mister. Parliamo di un signor allenatore che ha fatto benissimo qua a Cagliari. Ritengo che sia un vecchio allenatore moderno. Come ha detto lui, cerchiamo di emozionare i nostri tifosi. Condivido pienamente quello che ha detto”.

Su un eventuale voglia di rivincita personale con la Sampdoria: “Nessuna rivincita. Penso solo al Cagliari, non ho nessuna sete di vendetta. Lo dico con grande serenità. Voglio portare a casa una vittoria passando attraverso la prestazione e commettendo meno errori difensivi. Per errori difensivi non intendo la retroguardia ma l’intero blocco squadra”.

“A Bologna abbiamo avuto un ottimo approccio. Il problema è quello di riuscire a mantenere il giusto equilibrio nel corso della gara. I primi 25 minuti del Dall’Ara sono stati ottimi. Le nostre disattenzioni però hanno consentito al Bologna di trovare il gol. Ounas? Potrebbe partire dall’inizio. Lui ci deve dare qualità e imprevedibilità perché i giocatori d’attacco devono aiutarci a creare delle situazioni pericolose in avanti. Il calcion ha bisogno di giocatori come lui”.

17.42 – Comincia la conferenza stampa del mister Di Francesco.

17:41 – Ecco la lista dei convocati della Sampdoria:

17:27 – Appena diramata la lista convocati del Cagliari: manca Faragò, mentre tornano Pereiro e Ceppitelli.

17:25 – Si è già svolta nella giornata di ieri la conferenza del tecnico avversario Claudio Ranieri (CLICCA QUI per le sue parole): oggi diramata la lista dei convocati doriani, spiccano le assenze di Keita e Gabbiadini.

17:20 – Buonasera amici di www.centotrentuno.com dalla sala stampa della Sardegna Arena: siamo qui per raccontarvi la conferenza di Eusebio Di Francesco in vista della partita contro la Sampdoria.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti