La Dinamo cede nel finale a Brindisi

 

È arrivata una sconfitta nel 1º Torneo Città di Oristano per la Dinamo Sassari.

Il Banco di Sardegna si è arreso all’Happy Casa Brindisi per 87-90 in una gara che ha senz’altro offerto molte indicazioni allo staff biancoblu, che hanno incassato il secondo stop della preseason. Le assenze di tre elementi importanti del roster (gli acciaccati Pierre e Vitali e il mancato arrivo di McLean) fanno sì che il risultato della finale del torneo oristanese può essere visto in maniera positiva, considerato anche il valore del solido avversario.

La cronaca: Pozzecco sceglie Bucarelli nel quintetto iniziale per sostituire l’infortunato Vitali, confermando gli altri 4/5 con Bilan-Evans sotto le plance e Spissu-Jerrells sugli esterni. Inizio di gara favorevole ai pugliesi che provano a scappare, ma Jerrells, Bilan e un Evans sempre più in palla, annullano un primo tentativo di fuga. I biancoblú acquisiscono sempre maggior fiducia col centro croato che spadroneggia nel pitturato, riscaldando il palazzetto col perfetto passo d’incrocio che vale il gioco da tre punti del 21-15. A cavallo dei primi due quarti Brindisi approfitta di qualche errore dei sassaresi e opera il sorpasso, ma il nuovo ingresso di Bilan e Jerrells illumina nuovamente la scena ed è massimo vantaggio sulla seconda tripla di serata di capitan Devecchi (+9), poi ritoccato dal buzzer beater di un Jerrells monumentale che manda le squadre negli spogliatoi (53-42).

Dopo l’intervallo reazione dell’Happy Casa che firma un parziale di 6-0 costringendo Pozzecco al timeout: Evans interrompe la striscia positiva brindisina con 5 punti di fila, dando il via a una serie di botta e risposta che ha caratterizzato il terzo quarto fatto di contatti di fisici e difese un po’ allegre. Un doppio tecnico (eccessivo da parte degli arbitri) toglie dalla scena anche coach Frank Vitucci e la Dinamo riesce nuovamente ad allungare, ma la tripla sulla sirena di Thompson riduce il gap a due possessi di vantaggio. Negli ultimi 10′ sale in cattedra Banks riportando sotto i suoi: Brown opera il sorpasso dalla lunetta poi Brindisi, approfittando di un calo fisico del Banco, allunga fino al +7: la Dinamo rimette paura ai pugliesi con i soliti noti Bilan ed Evans riportandosi a una sola lunghezza, ma nel gioco dei tiri liberi Brindisi rimane fredda e conquista il torneo oristanese.

Matteo Porcu

Dinamo Banco di Sardegna- Happy Casa Brindisi 87-90 (21-20, 31-22, 19-23, 16-25)

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 6, Bilan 27 (10/16 al tiro, 6/7 tl), Bucarelli 1, Devecchi 6,  Sorokas 3, Evans 17 (4/10 al tiro, 7/10 tl), Magro 2, Pierre ne, Gentile 2, Maganza, Vitali ne, Jerrells 23 (7/10 da 2). All. Gianmarco Pozzecco

Happy Casa Brindisi: Banks 13, Brown 15, Martin 8, Zanelli 9, Iannuzzi, Gaspardo 7, Campogrande 2, Thompson 14, Cattapan ne, Stone 12, Ikangi 10. All. Francesco Vitucci

 

Sponsorizzati