agenzia-garau-centotrentuno
Edoardo Casalone | Foto Luigi Canu

Dinamo, Casalone: “Ci tenevamo tanto a questa sfida”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo la vittoria contro Brescia a parlare in casa Dinamo Sassari è stato l’assistant coach Edoardo Casalone.

“Tenevamo tanto a vincere questa sfida, ci tenevano molto i giocatori e forse siamo arrivati anche con un po’ di pressione perché quando ti alleni e lavori bene in settimana vuoi che l’impegno si rifletta sul parquet. In più eravamo consapevoli che quando giochi con squadre con l’acqua alla gola come capita adesso a Brescia, che deve assolutamente tornare alla vittoria, sulla carta sei la squadra più forte ma lo devi dimostrare sul campo. E lo hanno dimostrato già in partenza con un primo quarto pazzesco, soprattutto dal punto di vista difensivo: abbiamo sempre detto che siamo bravi in attacco ma la nostra efficacia deriva da quanto produciamo in difesa. E credo che la chiave siano i 16 punti concessi agli avversari nei primi 10’. Siamo entrati super concentrati: il break di 8-0 e il loro timeout testimonia quanto i ragazzi fossero presenti in campo già dalla palla a due. È una cosa che si è manifestata tra tutti i ragazzi, penso a metà in cui avevamo il minutaggio equamente distribuito tra tutti: è una cosa possibile perché tutti si sono presentati con in forma fisica ma soprattutto con il giusto atteggiamento mentale che ci mancava da un po’, dopo aver affrontato diversi problemi tra covid e sovradosaggio di alcuni giocatori. Siamo ritornati alla nostra rotazione con lo stato di forma di tutti”.

“Ci attende una partita importante come tutte quelle che stiamo disputando perché, nonostante abbiamo già raggiunto i playoff, ora vogliamo lottare per conquistare il miglior piazzamento possibile- ha concluso Casalone- sappiamo che la nostra squadra vive di entusiasmo e la chiave per ottenerlo sono le vittorie. Quindi vogliamo proseguire nella nostra marcia: oggi siamo contenti per quanto fatto, ma sappiamo che da domani ci prepareremo ad affrontare il prossimo impegno, contro una squadra che sta disputando un buon campionato”.

Gianmarco Pozzecco ha fatto una dedica speciale a fine partita: “Sono infinitamente grato ai miei ragazzi che mi hanno permesso di dedicare questa vittoria a due persone speciali: uno è Toto Colombo, mio assistente a Varese, una persona vera e sincera. E poi stanotte è venuto a mancare una delle persone migliori che abbia mai conosciuto, a cui ero legatissimo, Giovanni Pierantozzi. Faccio le mie condoglianze alle famiglie e mi stringo nel loro dolore. Ancora una volta ringrazio i ragazzi che mi hanno permesso di dedicare loro la vittoria”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti