agenzia-garau-centotrentuno
Marco Spissu | Foto Luigi Canu

Dinamo, che fatica! Sassari vince all’OT contro Reggio

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Vittoria sudatissima della Dinamo Sassari alla Unipol Arena di Reggio Emilia: i biancoblù hanno la meglio solo al supplementare in una partita caratterizzata da tanta intensità e dai tanti tiri liberi: 78-85 il punteggio finale in favore del Banco di Sardegna che prenota un posto per le Final Eight di Milano di febbraio.

Pozzecco si affida ancora al quintetto iniziale composto da Bilan, Bendzius, Burnell, Spissu e Gentile che soffre il buon inizio reggiano che trova tre triple sulle prime tre conclusioni di Baldi Rossi e Bostic: i biancoblù non stanno a guardare, Burnell stoppa Baldi Rossi e va a propiziare il parziale di 8-0 che induce Martino a chiamare il primo timeout sull’ 11-16. L’uscita dal minuto di sospensione è ottima per i padroni di casa, parziale di 7-0 chiuso dalla tripla di Bendzius, ma Reggio riesce a chiudere avanti sul 23-21 i primi 10′. Combattuto ma avaro di punti l’avvio di secondo parziale con più di un errore per entrambe le contendenti: l’ex Cagliari Justin Johnson schiaccia il 27-24 poi nella successiva azione si infortuna ed è costretto a lasciare il campo in braccio allo staff medico. La Dinamo spinge nuovamente sull’acceleratore scollinata la metà del quarto, Kruslin dall’angolo e Spissu con una tripla comoda frontale regalano il nuovo vantaggio ai sardi sul 29-32; la Dinamo non affonda il colpo (complici anche i liberi sbagliati), Reggio rientra e mette la testa avanti grazie a un ottimo Taylor a metà gara (37-34).

Al rientro dagli spogliatoi le percentuali rimangono basse, Sassari cerca più il gioco interno ma Bilan prosegue a litigare con i tiri liberi e gli emiliani prendono un piccolo vantaggio: è il leit motiv del terzo parziale, un incantesimo che si spezza solo sul finale di quarto con il primo 2/2 del croato imitato da Burnell poco dopo per il nuovo vantaggio biancoblù che si trascinerà fino alla sirena dell’ultimo mini-intervallo. Nonostante Elegar e Candi commettano il loro quarto fallo in avvio degli ultimi 10′, Reggio mette la freccia con due bombe di Bostic e Baldi Rossi; Bilan pareggia a quota 63 con due liberi su quattro tentativi, il primo sul quinto di Elegar che lascia i sol i Diouf e Baldi Rossi tra i lunghi di casa. Sale in cattedra Spissu, prima tripla della gara e i liberi per un parzialino di 5-0 a 2′ dalla sirena finale- Il finale è pepato: Kyzlink accorcia da oltre l’arco, Bostic travolge Bendzius sul fade away e il lituano va in lunetta per l’1/2 che riporta a +3 la Dinamo. Taylor brucia lo stesso Bendzius per appoggiare il -1 e poi va a commettere fallo sul glaciale Spissu per il 68-71 con 15″ sul cronometro. Candi fa 2/2 ancora dalla lunetta dopo la tripla sbagliata di Bostic e Pozzecco chiama un altro timeout con 6″ da giocare. Taylor manda subito a tirare dalla linea della carità Bendzius che non trema e fa 2/2; la Dinamo non commette fallo, Bostic fa una finta perfetta su Burnell e poi si alza per il tiro da oltre l’arco che pareggia la gara a quota 73. All’inizio dei supplementari Candi commette la sua quinta infrazione, l’equilibrio però permane in campo tra le due squadre in debito di energia: la Dinamo ne ha un filo in più Bendzius e Burnell con un tap-in rocambolesco regalano l’allungo decisivo a 49″ dalla sirena. Il magnifico canestro di Gentile in precario equilibrio chiude i conti, Sassari conquista i due punti.

Matteo Porcu

 

UnaHotels Reggio Emilia-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 78-87 (23-21, 14-13, 17-22, 19-17, 24-19)

Reggio Emilia: Candi 3, Bostic 13, Baldi Rossi 19, Bonacini, Elegar 4, Taylor 18, Porfilio, Giannini, Besozzi, Johnson 2,  Besozzi, Diouf 5, Kyzlink 14. Coach: A.Martino

Sassari: Bilan 22, Bendzius 15, Burnell 15, Spissu 12, Gentile 9, Kruslin 6, Tillman 2, Treier 2, Katic 2, Devecchi, Gandini, Re.  Coach: G.Pozzecco

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti