agenzia-garau-centotrentuno
Filip Kruslin | Foto Luigi Canu

Dinamo, che peccato! Venezia passa all’overtime in Gara-1

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La serie Reyer Venezia-Dinamo Sassari era garanzia di intensità ed equilibrio ed è sotto queste due insegne che è partita: ad aggiudicarsi Gara 1 è stata la squadra di casa che ha sfruttato la maggiore precisione e lucidità in un finale tesissimo dove ha vinto chi sbagliava meno. Un vero peccato per gli uomini guidati anche oggi da Edoardo Casalone che avevano sfruttato una buona partenza per condurre i giochi per buona parte della gara

bianchi-immobiliare-centotrentuno

 

Ritorna in quintetto Burnell dopo il riposo precauzionale di Desio con Treier che parte dalla panchina.  Inizio equilibrato, poi i biancoblù trovano un primo allungo con un parzialino di 6-0 chiuso da un gioco da tre punti di Gentile: il Banco non alza il piede dell’acceleratore, Happ ha un buon impatto dalla panchina ed è 14-24 a fine primo quarto. L’intensità si alza, Sassari conduce ma la Reyer reagisce con i suoi uomini più esperti come Daye e Stone e il suo svantaggio galleggia dai due a tre possessi. Chappell e De Nicolao portano Venezia sul -3, ma nuova spallata Dinamo con il rimbalzo offensivo di Bilan e la tripla dall’angolo di Kruslin.

 

Partenza bruciante di Venezia al rientro dagli spogliatoi, Stone si alza per la tripla del 7-0 e costringe al timeout Casalone per fermare l’inerzia oro-granata: De Nicolao trova il primo vantaggio della gara veneziano con un gioco da tre punti, poi si gioca sul filo del rasoio con intensità difensiva altissima e canestri non facili. Alla sirena dell’ultimo intervallo è 62-63 per gli ospiti con Fotu che riduce a una lunghezza il divario con un tap-in. L’avvio di ultimo quarto è marchiato da Happ (ottimo anche in fase di assist) e Kruslin, dall’altra parte sono ancora Stone e Chappell a rispondere e la gara si mantiene in perfetto equilibrio. Il canestro si restringe, Chappell firma il vantaggio sull’81-79 poi è Gentile a rimettere in parità i conti con il reverse: il pallone pesa, Bilan non riesce a trovare la magia nel pitturato, la Reyer non trova un buon tiro nell’ultimo possesso ed è overtime. Nel supplementare, la Dinamo non riesce mai a trovare il canestro De Nicolao e Tonut regalano il +4 a Venezia: i biancoblù riescono a portarsi sul -2 sull’1/2 di Bilan. Fotu fa +3 dalla lunetta, il centro croato sfrutta il mismatch con Stone ed è 87-86; De Nicolao fredda gli avversari da oltre l’arco per il +4, poi Bilan regala il -2. Stone sbaglia da tre, De Nicolao commette fallo su Spissu. Dalla lunetta il numero 0 biancoblù fa 3/3, ma Gentile commette fallo sul tentativo di Daye: l’ex Spurs fa 2/3 con 1,2″ sul cronometro. Lo schema per Bilan non va, la Dinamo esce sconfitta.

 

Reyer Venezia – Dinamo Banco di Sardegna Sassari 92-91 dts (14-24, 21-19, 27-20, 19-18, 11-10)

 

Venezia: Watt 8, Daye 12, Denicolao 15, Fotu 7, Tonut 8, Chappell 19, Stone 15, Clark 6, Campogrande, Cerella, Mazzola 2, Casarin

 

Sassari: Bilan 19, Bendzius 15, Burnell 5, Spissu 12. Gentile 14, Treier, Happ 10, Kruslin 12, Katic 2, Chessa, Gandini, Re.

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti