agenzia-garau-centotrentuno
burnell-dinamo-sassari

Dinamo-Cremona 83-74: buona la prima con qualche affanno

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La stagione della Dinamo Sassari parte con una vittoria sofferta nel primo turno della Supercoppa Discovery+. Finisce 83-74 per gli uomini di coach Cavina, che trova da Logan e Battle le risposte migliori nell’arco dei quaranta minuti. Decisivo l’ultimo periodo, chiuso sul 26-21, ma in cui è arrivata la fiammata decisiva per chiudere una partita in cui le troppe palle perse e l’inaspettata energia di Cremona hanno fatto tremare le certezze sassaresi.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Primo quarto
Il quintetto è lo stesso schierato nelle uscite di Cagliari: Clemmons, Gentile, Burnell, Bendzius e Mekowulu. Coach Galbiati risponde con il talento di Spagnolo dall’inizio, insieme a Cournooh, Pecchia, Tinkle e Sanogo.
La Dinamo non parte benissimo, perdendo tre palloni nelle prime tre azioni, mentre Cremona trova i primi due punti della partita con il centro Sanogo, a cui replica la schiacciata di Mekowulu, al primo canestro ufficiale con la maglia Dinamo. Cremona prende energia dalla difesa ed è sciolta in attacco, Cournooh mette la tripla a cui risponde ancora il centro sassarese, subito pronto a sfruttare il vantaggio fisico concesso dai centimetri degli avversari. David Logan entra e trova la tripla che apre un piccolo parziale di 5-0, chiuso da Bendzius in contropiede per la parità della partita. La partita rimane sul 9 pari per quasi due minuti, poi Tyus Battle trova il primo canestro della sua gara e il Banco il primo vantaggio. La Dinamo sembra sciogliersi definitivamente, Logan brucia ancora la retina dai 6.75 e la Dinamo prosegue la sua striscia guidata dal professore e da Bendzius, che chiudono rispettivamente con 8 e 7 punti il quarto. L’ultimo canestro è però di Peppe Poeta e i primi dieci si chiudono sul 23-16 per Sassari.
Secondo quarto
È ancora Mekowulu ad essere protagonista ad inizio periodo, con quattro punti di fila tra cui un nuovo viaggio sopra il ferro. Il nigeriano è molto cercato dai compagni, Sassari vuole sfruttare i mismatch che si creano continuamente ma Cremona, nonostante non trovi il canestro con facilità e abbia le rotazioni corte, rimane vicina. A 6:08 dal termine, sul 27-21, coach Cavina chiama timeout per cercare di mettere ordine in una Dinamo confusionaria nei primi quattro minuti del periodo: il tabellone si muove quasi due minuti dopo il rientro in campo, con Treier e Clemmons che trovano il +10 sulla Vanoli. Galbiati decide di imitare Cavina e a 3:39 dal termine chiama minuto per interrompere la striscia biancoblù. La squadra lombarda respira in panchina e rientra in campo più lucida, contro una Dinamo che invece fa fatica a trovare continuità in attacco e va in bonus a due minuti dal termine del quarto. Poeta guadagna un fallo d’esperienza e porta a -1 i suoi dalla lunetta, Mekowulu sbaglia la schiacciata ed è il segnale che Sassari soffre la squadra di Galbiati. Solo Logan sembra non aver perso fiducia e con uno stepback da tre punti porta i suoi sul 36-32.
Nonostante il vantaggio e le buone percentuali dal campo, la Dinamo non è quella vista a Cagliari durante i primi due quarti. Troppe palle perse, 14, e poca fluidità in attacco, fattore cruciale per le sorti di un attacco più perimetrale rispetto a quelli degli scorsi anni.
Terzo quarto
Stesso quintetto all’inizio del terzo periodo e nuova palla persa nella prima azione. Burnell prima e Clemmons poi provano a mettersi in partita rispondendo a Sanogo, andato in doppia cifra col canestro che apre la ripresa. La Dinamo continua a guidare la partita, prova ad accelerare ma Cremona non si stacca, nonostante i quattro falli del centro ivoriano, vero rebus per la Dinamo insieme a Tinkle e Poeta. Mekowulu arriva a tre falli e Cavina è costretto a rimettere dentro Jacopo Borra, mentre Andrea Pecchia porta Cremona a -2 in penetrazione. Rientra anche Tyus Battle e la comboguard ex Syracuse segna cinque punti di fila che danno vita a una fiammata Dinamo chiusa dalla tripla di David Logan in transizione. Galbiati chiama minuto sul 52-42, a 3:36 dalla fine e ottiene nuovamente le risposte che sperava: il coach della Vanoli mette il giovane Gallo faccia a faccia su Logan, Tinkle trascina i suoi con cinque punti di fila, Spagnolo con l’1/2 dalla lunetta e Poeta con un gioco da tre punti portano Cremona a -1. Arriva la ventesima palla persa e Poeta punisce ancora in penetrazione portando i suoi sul più uno. La Dinamo subisce lo schiaffo ma replica subito e sulla sirena della fine del quarto, Bendzius trova la tripla del 55-53.
Quarto quarto
David Logan apre l’ultimo capitolo della partita arrivando a diciotto punti. Agbamu spende gli ultimi due falli a disposizione su Mekowulu, il nigeriano va in lunetta nella seconda occasione e trasforma, il Professore mette altri due punti e la Dinamo prova a scappare. Battle, uno dei più positivi per Sassari, ruba palla e vola a schiacciare in contropiede, segnando il +10 sul 65-55. La Dinamo mette le mani addosso e prova a correre in contropiede, mentre la stanchezza comincia a bussare alla porta di Cremona. Poeta non si arrende e spara la tripla a cui risponde ancora un positivo Battle, Mekowulu con il gancio arriva al 76-62. Galbiati abbassa ancora il quintetto, Gallo con la tripla e Poeta in penetrazione danno le ultime speranze a Cremona che però soffre a rimbalzo in difesa e inizia ad issare bandiera bianca. La tripla di capitan Devecchi porta a +11 la Dinamo. L’ultimo canestro della partita è del giovane Zacchigna, finisce 83-74 per una Dinamo che soffre ma vince la prima partita ufficiale della sua stagione.

Matteo Cardia – Andrea Olmeo

Dinamo Banco di Sardegna Cagliari – Vanoli Cremona 83-74 (23-15, 13-17, 19-21, 26-21)

Sassari: Mekowulu 15, Bendzius 12, Burnell 7, Gentile 4, Clemmons, Logan, Treier 2, Battle 12, Borra, Gandini, Devecchi 3, Chessa. Coach: Cavina

Cremona: Poeta 17,  Cournooh 10, Tinkle 17, Spagnolo 3, Agbamu 4, Pecchia 4, Errica, Vecchiola, Sanogo 11, Zacchigna 2, Gallo 6. Coach: Galbiati

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti