Gianmarco Pozzecco durante un timeout | Foto Luigi Canu

Dinamo, Pozzecco: “Con Sardara ora il rapporto è più forte. Sardegna, quanto amore!”

Lunga e bella intervista rilasciata ai colleghi di Basket Inside a Gianmarco Pozzecco: l’allenatore della Dinamo Sassari ha trattato anche il rapporto tra lui e il presidente Stefano Sardara e quello con la Sardegna.

“Il rapporto tra noi è estremamente migliorato e più forte, siamo sempre stati schietti tra noi, oggi c’è una complicità che è nata grazie proprio a quella famosa settimana. Riflettere molto ci ha fatto bene, mi guardo indietro e considero quello che è successo estremamente utile a livello personale più che come coach. Da un paio di giorni ci stavamo confrontando io e il Presidente. C’era il rischio concreto che si divorziasse, ma avevo detto a tutti che la cosa non era stata ancora decisa. Mi è dispiaciuto leggere che il matrimonio tra me e Sassari fosse già finito e soprattutto che era stato fatto passare come il solito colpo da pazzo di Gianmarco Pozzecco. Alcuni punti di vista differenti ci potevano far separare ma sono contento che sia finita così, per il bene di tutti e in particolare della Dinamo Sassari. La Sardegna?  Io mi sono sempre sentito tanto amato qui, ad eccezione dei primi momenti, dove nessuno si aspettava cosa potesse succedere, me compreso. Il sardo non ha pregiudizi, ma ha bisogno di capire chi ha di fronte. I sardi hanno un cuore immenso e ti fanno sentire parte di loro”. 

Sulla Dinamo: “Sfavoriti rispetto a Milano e Bologna? Non posso pensare, per il rispetto dei miei ragazzi, che non ho una squadra forte e non mi piace definirmi sfavorito. Se i ragazzi si allenano bene, giocano bene, meritano il mio rispetto e non rifiuto la pressione di dire che possiamo vincere contro una squadra che dicono sia più forte di te. Continuo a ripetere che la parte più bella è vincere… quello che ti da più soddisfazione sicuramente, ma la parte più importante è avere una base solida per una società come la Dinamo. Abbiamo dei personaggi estremamente abili a far sì che questo accada, dagli sponsor allo staff, a tutti. Siamo sempre stati competitivi in qualsiasi competizione, questa è la parte più importante”. 

La Redazione

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti