agenzia-garau-centotrentuno
Gianmarco Pozzecco a colloquio con Burnell | Foto Luigi Canu

Dinamo, Pozzecco: “Non era semplice, divario ingiusto per Pesaro”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il tecnico della Dinamo Sassari Gianmarco Pozzecco ha parlato ai microfoni di Dinamo TV al termine della partita contro Pesaro.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Devo ammettere che il divario tra noi e Pesaro non rende giustizia a una partita equilibrata: devo fare i complimenti a Pesaro che si è presentata qui senza Delfino e Tambone. Sono sempre rimasti in partita, giocano con intensità e vanno a loro i complimenti e a Repesa. Per noi non era una partita semplice, soprattutto perché rischi di prendere gli avversari sotto gamba a un certo punto. Avevo avvisato che quelli che entrano dalla panchina come Drell ne approfittano per fare bene, siamo stati bravi a giocare seriamente e in maniera tosta. Sono contento. Abbiamo vinto 7 delle ultime 8 partite, abbiamo perso solo con Milano e non posso che essere soddisfatto dei miei straordinari ragazzi”. 

“Dopo la partenza di Justin siamo con un lungo straniero in meno: oggi sono contento per Kaspar che ci ha dato una grande mano- prosegue il Poz-. Credo molto in lui, ogni tanto si deve scontrare con un’annata fenomenale di Miro, Bendzius e Burnell. Siamo partiti bene, per me Stefano è stato molto bravo a non far entrare in partita Robinson: sono contento anche di Kruslin, ha fatto una partita di dedizione e buona in attacco. Mi auguro che i giocatori si convincano che pur facendo sempre 99 punti dobbiamo avere una difesa più solida: mi dispiace non ci sia il pubblico, anche oggi si sarebbero divertiti”.

Chiusura sul prossimo impegno a Istanbul: “Avrei preferito riposarmi, ma partiamo domani per la Turchia e giocheremo una partita importante su un campo difficile. Dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto oggi: felice per Katic e Re, Toni può essere anche un alter ego perfetto per Spissu. Penso che in questo periodo storico sia l’incostanza protagonista senza il pubblico negli spalti. La costanza che riusciamo ad avere è un segnale confortante, sono contento per i miei ragazzi. Si stanno allenando seriamente facendo grandi sacrifici”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna