agenzia-garau-centotrentuno
pozzecco-dinamo-sassari-reyer-venezia-canu

Dinamo, Pozzecco: “Spiace non aver giocato questa partita davanti ai tifosi”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il commento di coach Gianmarco Pozzecco dopo la Gara 4 della serie vinta dalla Dinamo Sassari contro la Reyer Venezia.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Una serie tirata

“Faccio i complimenti a Venezia, anche oggi hanno disputato una partita con le loro caratteristiche con una grande forza caratteriale nel reagire giocando un secondo quarto estremamente tosto. Penso ci sia vero rispetto tra i giocatori di queste squadre, al di là di quello successo l’altro ieri. L’unica sensazione negativa che vivo oggi è quella di non avere giocato questa partita davanti alla gente per il cuore di questa squadra. Kruslin si è reso disponibile oggi solo per amore di questa squadra e gruppo, non avrebbe dovuto giocare. Ci sono due persone che avrei voluto che avessero vissuto questi playoff, Devecchi e Pusica. So che è una sofferenza vederle da fuori, meriterebbero di essere qui e condividere le gioie con i compagni. Nel mondo dello sport siamo condizionati dai risultati ed è giusto che sia così. Dopodomani una delle due squadre uscirà, non so chi e succederà qualcosa comunque di ingiusto a non fare avanti una delle due.”. 

Partita altalenante

“Questa è stata una partita complicata per noi, siamo andati avanti e pensi di aver messo la partita sui binari giusti e poi ti rendi conto che deragli: contro Venezia nei playoff può succedere, ci siamo innervositi ma siamo stati bravi a non enfatizzare gli errori dei giocatori con lo staff e abbiamo semplicemente chiesto di giocare insieme. Ritrovata la serenità abbiamo concesso davvero poco nell’ultimo quarto, difendiamo meglio perché crediamo di più in quello che facciamo. Katic? Con il vissuto che ha vederlo giocare così è una soddisfazione e gratificazione enorme, oggi ha giocato una partita straordinaria. Abbiamo confezionato un’insalata con gli ingredienti giusti e abbiamo fatto una partita estremamente saporita. Spissu, Tonut e Bilan sono giocatori da NBA; Miro è stato fondamentale perché è un riferimento per noi”.

Questo invece il commento del coach avversario De Raffaele: “La partita si è decisa sull’anti-sportivo a Daye, poi abbiamo pagato le percentuali: l’inerzia è cambiata da lì, abbiamo concesso tiri facili a Bendzius e Spissu. Ci sono cose da sistemare per la prossima gara che sarà a casa fortunatamente. Sassari è stata brava a giocare con le proprie caratteristiche. Dopo 4 partite c’è da capire ben poco delle due squadre, serve solo adeguarsi e capire chi sarà il protagonista diverso e trovare qualche contromossa”.

La Redazione

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti